Guide di Viaggio: Edimburgo

L'Edimburgo è una delle città più visitate città al mondo, che ogni anno ospita migliaia di turisti. Scopriamo insieme perché è così affascinante

Edimburgo è considerata da molti come una vera città magica, capace di attrarre chiunque con i propri edifici antichi e di far percepire la sua atmosfera di profondo legame con le tradizioni e con il corso della storia. Le strade di questo centro rubano sembrano essere arrivate sul pianeta Terra direttamente da una delle fiabe locali ed Edimburgo stesso da l’apparenza di un mondo completamente a parte, diviso dal resto della Gran Bretagna. Non a caso, qui vive J.K. Rowling, la scrittrice famosa per aver dato vita al personaggio di Harry Potter. Il centro storico della capitale scozzese si trova su una collina e sovrasta la città dall’alto. Camminando per le strade di questo centro urbano della Scozia si può facilmente carpire il sentimento medievale che qui regna incontrastato.

Gli edifici storici risalenti all’epoca medievale si sono perfettamente conservati a Edimburgo, tanto che ancor oggi qui vengono praticati numerosi festival con giochi del Medioevo. A contribuire all’atmosfera di fascino ci sono le molte chiese gotiche di Edimburgo, attorno alle quali regna sempre un alone di mistero. Avventurandosi nei loro interni si potranno scoprire molte cose nuove a proposito di queste costruzioni religiose. Inoltre, visitando la città di Edimburgo non ci si deve dimenticare di scoprire il castello locale. Quest’ultimo sovrasta il centro urbano dall’alto e sembra proteggere gli abitanti dell’antica città con la propria posizione mozzafiato. Oltre alle tipiche note medievali, a nel centro urbano della Scozia sono rimaste intatte anche molte tradizioni tipicamente scozzesi.

Le peculiarità di questa città la differenziano anche dagli altri centri urbani della Scozia rendendola davvero unica. Per visitare la grande capitale della Scozia ci vuole molto tempo, in quanto tutta la sua superficie è ricca di monumenti storici e artistici di vario genere. Tuttavia, non bisogna dimenticarsi del fatto che la città ha anche una faccia molto contemporanea. Qui ci sono tanti pub, in cui amano radunarsi i giovani scozzesi dopo una giornata di studio o di lavoro. Ma vi sono anche ristoranti tipici della Scozia, che permettono ai visitatori di assaggiare dei cibi prelibati. D’altro canto, vi sono molti negozi originali in cui fare dello shopping. Ogni anno nella città si svolgono diversi festival, di cui il più importante è sicuramente il Fringe Festival, colmo di eventi imperdibili e davvero ricco di varie sorprese.

Oltre al Fringe Festival, capace di trasformare Edimburgo in una città piena di musica e arte, non ci si deve dimenticare dell’International Science Festival, che avviene a maggio. Durante quest’ultimo vengono svolti vari eventi a tema della scienza, il cui scopo è uno solo: avvicinare le persone al mondo scientifico e promuovere la scienza nel mondo. Da ricordare anche l’Edinburgh Film Festival, che ha luogo nel centro di Edimburgo a giugno. Per quanto riguarda l’architettura, bisogna precisare che Edimburgo è divisa in due zone: c’è la Città Nuova, situata un po’ in basso e comprendente vari edifici risalenti agli anni più recenti, e la Città Vecchia, che si trova al più sulle colline e ospita edifici di stampo gotico. Camminando per le piccole strade di Edimburgo, è possibile anche vedere le calme acque del Mare del Nord.

La capitale scozzese è famosa per essere un centro urbano razionale e magico in contempo. Qui hanno vissuto diversi scrittori rinomati nel mondo, come Arthur Conan Doyle e Walter Scott. Ma la città ha ospitato anche economisti del calibro di Adam Smith e David Hume. Oggigiorno Edimburgo è una città che fonde il vecchio con il nuovo. Qui c’è l’Università di Edimburgo, tra le più prestigiose nel Regno Unito, e pertanto Edimburgo stessa è una città studentesca molto giovane. L’Università di Edimburgo è anche uno dei tipici edifici-simbolo della città. Essa compare su molte cartoline di Edimburgo ed è sicuramente da visitare durante la permanenza nella città scozzese. Dall’altra parte della città bisogna assolutamente visitare il Palazzo Hoolyroodhouse, un altro imponente edificio storico. E qualora ci si stancasse di camminare per le strade della città, ci si potrebbe recare presso Castle Hill numero 354.

Qui si trova il Centro del Whisky Scozzese. Oltre a poter vedere come viene prodotta questa bevanda, che ormai è un vero e proprio emblema nazionale della Scozia, in questo posto si potranno acquistare delle bottiglie pregiate a prezzi relativamente equilibrati. Dopo aver bevuto un po’, si potrebbe prendere in considerazione l’idea di assumere una guida turistica completamente vestita di nero. Quest’ultima racconterà ai turisti storie di guerre, di peste, furti di corpi, insurrezioni, fantasmi e storie d’amore. E una volta terminata la visita di Edimburgo, ci si potrà avventura in periferia della città, per vedere molti altri luoghi interessanti. Per esempio, a 10 chilometri a sud dalla capitale scozzese sorge la Rossyn Chapel, descritta da Dan Brown nel suo celebre romanzo “Il codice Da Vinci”.

Guide di Viaggio: Edimburgo