Florianópolis, paradiso brasiliano del surf

Sulle coste del Brasile, le onde perfette per gli amanti del brivido. Una meta per 365 giorni l'anno dove sole e brezza marina non mancano mai

Florianópolis è un’isola del Brasile a un migliaio di chilometri a sud di Rio de Janeiro. Sole 365 giorni l’anno, acque tiepide, palme da cocco e fresche brezze marine: ingredienti irresistibili per tutti gli amanti del mare. A cavallo dell’estate (nostra, dato che le stagioni sono invertite), quando all’orizzonte si stagliano onde meravigliose, questa zona diventa anche paradiso del surf. Oltre ai Campionati mondiali per professionisti, si svolgono anche le qualificazioni per l’edizione successiva.

Qui il surf non viene considerato un semplice passatempo, ma da diversi anni è divenuto un vero e proprio stile di vita e, in tutte le cento spiagge di Florianópolis, si può scegliere tra le numerose scuole di surf.

Con i suoi 5 km di sabbia bianca e il suo mare agitato, Campeche è considerata la Jeffrey’s Bay brasiliana, grazie alla bellezza delle onde. Nella spiaggia (praia) di Joaquina, scoperta negli Anni ’70 dai surfisti di tutto il mondo, si svolgono diversi campionati di surf. I surfisti si ritrovano anche nella Praia Mole. L’indirizzo più raffinato e adatto alla pratica degli sport nautici è Jurerê. La spiaggia del Santinho, invece, è amata da chi preferisce natura e tranquillità. La Praia dos Ingleses nell’estate sudamericana si trasforma nella seconda località di vacanza preferita dagli argentini. In determinati periodi dell’anno, balene e delfini si esibiscono nel mare agitato della spiaggia Brava. Sulla Spiaggia dell’Armação, invece, si trova l’antica chiesa Sant’Anna dove una volta andavano a pregare i cacciatori di balene.

Ma il divertimento non finisce in spiaggia. Chi lo desidera può cimentarsi nel sandboard (surf su sabbia) sulle dune di sabbia più famose del sud del Brasile.

Anche la città merita una visita approfondita, con le case basse e colorate e gli edifici moderni, tra cui il bellissimo ponte Hercílio Luz. Si può passeggiare nel centro storico, tra Piazza XV, Palazzo Cruz e Sousa, visitare la Cattedrale metropolitana, il mercato pubblico e l’edificio dell’Alfandega (la dogana). Per la sera i divertimenti a Florianópolis non mancano, tra locali, ristoranti e locande gestite dai pescatori dove degustare ottime ostriche e gamberi appena pescati. In città ci sono un centinaio di hotel, tipiche pousadas o hospedarias (locande) dove alloggiare a seconda del tipo di vacanza che si desidera fare e di quanto si vuole spendere.
Florianópolis ha un aeroporto internazionale dove atterrano voli provenienti dalla vicina Argentina o dalle principali città brasiliane.

Florianópolis, paradiso brasiliano del surf