Fiera del Tartufo di Alba: 8 ottobre – 27 novembre: appuntamenti col gusto

La fiera del tartufo di Alba è tra i più importanti eventi di livello nazionale a tema della gastronomia. Scopriamo insieme tutti i dettagli dell'appuntamento con il gusto

La fiera del tartufo di Alba raccoglie ogni anno decine di curiosi e di semplici turisti che vogliono assaggiare il particolare fungo delle montagne. Trattasi di uno de cibi più pregiati in assoluto, il tartufo è da molto tempo ormai un elemento simbolo della pregiata cucina italiana.

Il suo utilizzo è ormai così ampio, che sembra davvero difficile riuscire a riassumere le sue qualità migliori in poche righe. Anche per questo esistono alcuni eventi gastronomici sul territorio italiano, a cui è possibile prendere parte per dare un assaggio ai piatti preparati a base di tartufo. La fiera del tartufo di Alba è sicuramente l’esempio più grande di un evento gastronomico dedicato a questa pietanza.

L’ottantaseiesima edizione della fiera inizierà l’8 ottobre, e per mezzo di una vasta varietà di eventi di ogni genere e tipo, continuerà senza interruzioni fino al 27 novembre di quest’anno. Durante lo svolgimento della fiera, si alterneranno mostre ed esibizioni. Questo è il caso, per esempio, del mercato mondiale del tartufo bianco, che avrà luogo tutti i sabati e tutte le domeniche. Come molti altri eventi, il mercato mondiale del tartufo bianco si svolgerà nel Cortile della Maddalena di Alba, ove saranno allestite varie bancarelle e tanti negozi per comprare il tartufo di qualità. L’evento in sé rispecchia in tutto e per tutte ciò che afferma il suo nome: si tratta di un mercato mondiale del tartufo bianco. Vari commercianti lo porteranno ad Alba da tutti gli angoli del mondo.

Al mercato, come succede in molti casi, sarà anche possibile assaggiare varie tipologie di tartufo per scoprirne la qualità. Durante la fiera del tartufo di Alba, i visitatori potranno paragonare i gusti dei vari tartufi, scoprire le ricette gastronomiche a base di questo fungo, e persino cimentarsi essi stessi nella preparazione dei piatti squisiti. Insieme al mercato sarà organizzata una particolare mostra del tartufo bianco. Ai visitatori verranno indicate le particolarità di questi funghi ipogei, la loro crescita, da cosa deriva il sapore, i più comuni metodi di preparazione e molto altro ancora. Oltre a poter assaggiare del cibo di alta qualità, insomma, si potranno conoscere molte cose nuove. L’aspetto prettamente legato al sapore, verrà affiancato da quello conoscitivo. E chi volesse, potrà anche chiedere consigli su come accompagnare al meglio il tartufo durante un pasto.

In contemporanea, sempre a partire dall’8 ottobre e fino al 27 novembre nel Cortile della Maddalena verrà organizzato l’Alba Truffle Show. In particolare sarà allestito uno spazio in cui verranno presentate ai curiosi tutte le particolarità del tartufo, spiegando la differenza tra il tartufo bianco e quello nero, concentrandosi sul perché questo fungo è così pregiato nel mondo, e dove cresce in un modo particolarmente rapido. Alle varie spiegazioni saranno affiancati degli eventi di tipo gourmet, oltre che delle presentazioni di libri completamente dedicati alle particolarità del tartufo bianco. Si potranno quindi assaggiare i tartufi di varie preparazioni, chiedere informazioni, ottenere ricette preziose e venire a conoscenza dei periodi migliori per avventurarsi in montagna alla caccia di questa particolare pietanza.

Parallelamente si svolgerà l’Analisi Sensoriale del Tartufo. Di cosa si tratta? Vari studiosi e semplici appassionati del gusto di tartufo svolgeranno delle vere e proprie analisi di sapore. Oltre alla suddivisione tra il tartufo bianco e quello nero, si cercherà di esaminare i sottotipi di questo fungo, delineandone le proprietà di sapore in base alla regione di provenienza. Il tutto affiancato dal Wine Tasting Experience. Si sa, del resto, che gli italiani amano accompagnare ogni piatto pregiato da del vino di qualità. E quale occasione migliore di un piatto a base di tartufo? Durante il Wine Tasting si cercherà di capire quale dei vini bere mangiando un piatto a base di tartufo. Si tratta di una degustazione dei vari vini locali, che avranno tutte un solo scopo: scoprire l’abbinamento perfetto. E se si è dei appassionati di vini italiani, non si può certamente mancare all’appuntamento.

La fiera del tartufo di Alba ospiterà anche molti altri eventi degni di nota. Il Baccanale del Tartufo, per esempio, oppure il Palio degli Asini. Senza citare i moltissimi eventi dalla durata di un solo giorno, come l’appuntamento storico Il Borgo si rievoca. Quest’ultimo avrà luogo il 16 ottobre nel centro storico di Alba, e darà modo al pubblico di svolgere diversi giochi storici di rilievo. Il mix di divertimento e conoscenza degli anni medievali è assicurato. E per rimarcare il profondo legame di Alba con la sua storia, una settimana dopo, il 15 ottobre, si svolgerà il festival della bandiera, dove i visitatori avranno modo di ammirare gli stendardi folkloristici della regione. Inoltre, a novembre, ad Alba avranno luogo delle mostre d’arte contemporanea che val la pena visitare.

Fiera del Tartufo di Alba: 8 ottobre – 27 novembre: appuntamenti...