Un borgo per un weekend: Bosa, in Sardegna

Villaggio di pescatori con antiche tradizioni e un centro storico pittoresco

Il borgo di Bosa è cresciuto accanto al fiume Temo che è navigabile con piccole imbarcazioni per circa 5-6 km. Bosa, è una delle sette città regie della Sardegna, che in epoca aragonese si fregiava del titolo di città. Oggi rinominata "Città del Sole", Bosa si trova nella regione storica della Planargia, ora in provincia di Oristano. I primi insediamenti risalgono alla preistoria con le domus de janas prima e i nuraghi dopo.

Il borgo antico, Sa Costa, è in parte arroccato sulle pendici del colle di Serravalle, in cima al quale si trova il castello omonimo, edificato dalla famiglia toscana dei Malaspina tra il XII e il XIII secolo. Esisterebbe un sentiero sotterraneo che dal castello porta alla cattedrale, era usato dalla giovane Castellana perché il marito, estremamente geloso potesse recarsi a pregare, celata alla vista altrui. Lo stesso Marchese uccise la moglie in un eccesso di rabbia, tagliandole tutte le dita delle mani. Lo spirito della giovane sposa sarebbe rimasta imprigionata nel castello, dove ancora oggi si può avvertirne la presenza.

L’artigianato di Bosa è rinomato per la lavorazione del corallo, della filigrana d’oro e dei suoi pregiati ed esclusivi filet. Nella parte più bassa, quasi nascoste fra le alte case, si trovano le suggestive cantine dove è possibile gustare la profumata Malvasia di Bosa D.O.C., un vino dal ricco sapore dal colore ambrato.

Sulla sponda sinistra del fiume si trova il pittoresco quartiere artigianale di Sas Conzas, con i grandi fabbricati che si affacciano sul Temo, destinati dal ‘700 alla concia delle pelli, vero e proprio relitto di archeologia industriale. Oggi c’è il Il Museo Civico delle conce, interamente dedicato all’attivitá che impegnava gli operai a partire dalla fine del ‘700 fino al 1962, anno in cui chiuse l’ultimo laboratorio.

Vicino al mare si è sviluppata una frazione marina (Bosa Marina). Le coste offrono spiagge e scogli per soddisfare tutti i turisti, dalla litoranea verso Alghero si trovano spiagge isolate e calette da raggiungere a piedi, attraverso sentieri immersi nella macchia mediterranea.

Come raggiungere Bosa (GUARDA LA MAPPA). Da Porto Torres, proseguire sulla SS131 verso Sassari, superata la città seguire per Macomer e qui in direzione Ovest verso Bosa sulla SS129bis, dopo i Comuni di Sindia e Suni si arriva a Bosa.

Un borgo per un weekend: Bosa, in Sardegna