Milano è la città più triste d’Italia. Ecco perché

Secondo un'analisi dell'Università statale di Milano sono i milanesi i più tristi dello Stivale

Secondo un’analisi condotta dall’osservatorio dell’Università statale di Milano sono i milanesi i più tristi dello Stivale su Twitter. Solo il 44% di tweet felici.

L’osservatorio web dell’ateneo milanese ha di recente pubblicato iHappy, la classifica della felicità italiana in base ai tweet ovvero i messaggi di 140 caratteri pubblicati su Twitter.

Commenti, dichiarazioni d’amore, di rabbia, di felicità dipingono, in poche lettere, quello che pensano gli italiani che abitano nelle 110 province.

La palma di capitale della felicità va alla Sardegna. E’ Cagliari, infatti, ad aggiudicarsi il primato con il 67,4% di felicità. Al secondo posto troviamo Lecce (67,1%), seguita da Genova con il 67%.

Bene anche Parma al quarto posto (65,9%), seguita da Brindisi (65,8%), La Spezia (65,4%), Bari (65,2%) e Ogliastra (65,1%). Chiudono la top 10 Perugia (con il 65%) e Lucca (64,9%).

Con poche eccezioni, le grandi metropoli finiscono in fondo alla classifica. Tra inquinamento, stress, traffico ed emergenza abitativa la più triste del 2014 risulta essere Milano, ultima al 110° posto con il 44,3% di tweet felici.

Al penultimo posto (109) troviamo Napoli con il 45,2% di felicità. Terzultima è Latina (108° con il 45,4%), preceduta da Pavia (107° con 45,5), Lodi (106° con 45,7), Aosta (105° con 46,2), la provincia di Monza e Brianza (104° con 46,4), Lecco (103° con 48,1). La capitale Roma finisce tra le ultime città più felici d’Italia e si piazza al 102° posto con 49,2%, mentre Venezia è 101° con 49,4.

Speriamo che almeno l’arrivo di Expo 2015 possa contribuire a far tornare il buonumore ai milanesi.

SiViaggia

Milano è la città più triste d’Italia. Ecco perché