Kjeragbolten, il masso più famoso della Norvegia

Una delle avventure più adrenaliniche che si possano sperimentare sul pianeta

Un’avventura estrema, una delle più adrenaliniche mai esistite sul pianeta. Cose che possono fare soltanto i pazzi, o giù di lì. In bilico sul Kjeragbolten, il “bullone” incastrato tra le montagne norvegesi, per poi levare le braccia al cielo, attendere il click della foto per immortalare l’epicità dell’azione. Sotto i propri piedi 1000 metri di paura.

Il Kjeragbolten è un grosso masso cuneiforme incastrato in un crepaccio tra le montagne di Kjerag in Norvegia. E precisiamo che la montagna del Kiragg è alta 1110 metri sul livello del mare. Al di sotto del masso, anche conosciuto come Kjerag Boulder o Bullone, scorre il Lysefjorden. Ma in pochi se ne accorgono quando sono lassù: la paura di guardare giù è davvero troppa.

E’ uno dei siti d’avventura più famosi al mondo, quelli che spaventano anche i più indomiti. La roccia è stabile, incastrata alla perfezione, e (in teoria) non si rischia nulla, ma il senso della vertigine può giocare brutti scherzi. Ed anche il cuore, c’è da scommetterci. Il posto è anche meta di molti base jumper, e qui ha ballato anche Matt Harding in uno dei suoi video, che molti ricorderanno per il fenomeno web “Where the hell is Matt”.

Come arrivare al Kjeragbolten? Il “bullone norvegese” si raggiunge in poche ore partendo da Stavanger, direzione Lyseboth. Da lì una stretta strada fatta di 27 tornanti vi porterà a mille metri di dislivello. Una volta in cima inizia una camminata di circa 10 km che porterà al celebre masso. Potrete anche decidere di non salire, ma vi assicuriamo che il panorama vi premierà di tutte le vostre fatiche. E ne rimarrete incantati, anche se spaventati.

Kjeragbolten, il masso più famoso della Norvegia