Il Cammino di Santiago: consigli utili e curiosità

I migliori trucchi dei pellegrini per un facile Cammino di Santiago senza problemi

Cosa mettere nello zaino del pellegrino? Come seguire le indicazioni, dove fermarsi negli ostelli? Non sono poche le cose che molti vorrebbero sapere riguardo al Cammino di Santiago. Nel corso degli anni i pellegrini hanno lasciato ai futuri avventori una serie di suggerimenti e idee su come vivere al meglio il Cammino di Santiago senza troppi sforzi e godendo al meglio della compagnia degli altri pellegrini.

Prima di tutto fate attenzione a ciò che mettete nella “mochila”, lo zaino del pellegrino. Sembrerà strano, ma è veramente poco il necessario per vivere ogni giorno sul Cammino di Santiago. Organizzandovi bene potrete vivere il tragitto in modo spensierato e senza tanti problemi. Un beauty-case con lo stretto necessario: basterà un solo sapone sia per il corpo, i capelli e i vestiti. Ago e filo invece sono importanti, è la miglior forma per curare le “Ampollas”, cioè le vesciche del pellegrino.

Non più di tre paia di calzini spessi e 3 pezzi di roba intima sono tutto ciò che vi occorrerà. Tutte le sere bisognerà lavare i propri vestiti: inutile portare cambi per una settimana e appesantire inutilmente lo zaino. Per stendere sullo zaino i panni non asciutti dalla sera prima si consigliano le classiche e tradizionali spille da balia. Non è strano vedere lungo il Cammino di Santiago pellegrini con appesi allo zaino mutande e calzini.

Un cambio di vestiario esteriore oltre a quello portato addosso basterà, soprattutto se vi procurerete quelli di tessuti tecnici e moderni, leggerissimi e asciutti in breve tempo. Un k-way sarà molto più comodo rispetto al comune ombrello. Qualche medicamento di base è consigliato, anche se lungo il Cammino di Santiago di sicuro non mancano le farmacie.

E ora arriviamo a quella che forse è la cosa più importante: le scarpe! Per percorrere il Cammino di Santiago servono delle scarpe da trekking, ma leggere il più possibile. Assolutamente mai usare scarpe nuove: devono essere usate, in modo da avere già la forma del vostro piede. Un paio di ciabatte di gomma per le docce, e delle scarpe leggere per la sera sono inoltre essenziali per far riposare i vostri piedi. Una bella macchina fotografica di quelle compatte e leggere o la fotocamera del cellulare e un piccolo quaderno per i vostri appunti sono essenziali. Lasciate invece a casa le cuffie, ma comunicate con i pellegrini che vengono da tutto il mondo poiché questa è un’esperienza unica vi renderà amici speciali per sempre.

Il Cammino di Santiago: consigli utili e curiosità