Baia delle Zagare: un arco magico sul Gargano

Dove la natura diventa poesia, la Baia delle Zagare e i suoi dintorni

La Baia delle Zagare è una delle baie più belle della Puglia e si trova nella costa Sud del Gargano, a pochi chilometri dalla località di Mattinata.

Il nome “Baia delle Zagare” deriva dall’abbondante presenza di alberi di limone che crescono spontaneamente in zone dal clima temperato come quello del Gargano.
Oltre alle tipiche zagare, il paesaggio della Baia si distingue anche per la presenza di due meravigliosi faraglioni di roccia calcarea che svettano dal mare cristallino e turchese (da qui anche il nome di “Baia dei faraglioni”). Questi faraglioni sono talmente spettacolari da essere considerati come uno dei simboli di tutta la Puglia e in particolare del Parco Nazionale del Gargano.

Uno dei due faraglioni, tuttavia, sembra essere stato plasmato dalle sapienti mani di Madre Natura perchè la sua forma ricorda quella di un arco perfetto, da qui il nome suggestivo di Arco Magico. Nel tratto di costa che va da Mattinata a Vieste, invece, si trova un altro splendido faraglione chiamato l’Arco degli Innamorati e che si può visitare via mare grazie a delle escursioni organizzate in barca.

In questa porzione di costa, inoltre, si possono ammirare delle suggestive grotte marine, che rappresentano una tappa fondamentale per chi vuole ammirare le bellezze del Gargano e in particolar modo della Baia delle Zagare e dei suoi dintorni. Al fascino silenzioso e incantato delle grotte marine che si alternano per tutto il lunghissimo litorale di ghiaia bianca, spiccano delle antiche torri di vedetta che furono erette in passato come difesa contro i corsari barbareschi.

Dal porto di Mattinata, invece, immediatamente dopo il promontorio della “Baia delle Zagare”, si trova un’altra maestosa roccia, chiamata Grotta Rossa o dell’Occhio Magico. Entrando per lo strettissimo passaggio, il visitatore mai potrebbe immaginare di trovarsi di fronte a una spiaggia sottomarina, illuminata solo da una piccola apertura nella roccia. Ma tanto basta per mostrare un’incantevole laguna dalle acque turchesi.

Da vedere anche il piccolo paese di Mattinata, che si caratterizza per le tipiche case di colore bianco, incorniciate dai molti alberi di pino e di olivo. Suggestiva anche la zona del Monte Sacro in cui fu edificata l’abbazia della Santissima Trinità e presso la quale si narra che secoli fa sia apparso l’Arcangelo Michele. Proprio da questo punto inizia la via Francigena del sud, uno dei pellegrinaggi europei più famosi al mondo e che, tra le sue tante tappe, interessa anche Monte Sant’Angelo e la città di San Giovanni Rotondo, a poca distanza da Mattinata.

Immagini: Depositphotos

Baia delle Zagare: un arco magico sul Gargano