Andare in montagna, ma al mare

Non è un gioco di parole, ma l’Appennino ligure può offrire una curiosa sintesi dei due ambienti

Andrea Panagia

Andrea Panagia Direttore responsabile di Montagna Made in Italy

parco-portofino-oQuesto weekend il Parco di Portofino propone due curiose iniziative tra le sue pendici montuose che si affacciano sul limpido mare sottostante.

Credo che la nomea del parco non abbia bisogno di presentazioni, racchiudendo nel suo scrigno uno dei borghi più belli d’Italia con un lussureggiante entroterra protetto dalla speculazione edilizia.

IL SENTIERO DEI TUBI
Domenica 25 ottobre

Nel lontano ‘800, per rifornire il borgo di Camogli, fu costruita una condotta per l’acqua la cui realizzazione sarà possibile apprezzare questa domenica. Un’occasione unica per ripercorrere l’antico tracciato dell’acquedotto delle Caselle i cui lavori furono progettati ed eseguiti dalla Ditta F.lli Sandrini e Magherini di Firenze. Le opere iniziarono il primo ottobre 1897 e l’inaugurazione avvenne, due anni dopo, l’8 ottobre 1899.

Ampie finestre panoramiche e l’immersione nel buio di gallerie scavate nel conglomerato hanno concorso a farne uno dei percorsi più spettacolari ed emozionanti del Monte di Portofino. Il sentiero – la cui percorrenza richiede una certa pratica e una buona forma fisica – è accessibile solo se accompagnati dalle guide del Parco di Portofino e ha un tracciato altamente spettacolare e suggestivo tra tunnel, scalette e passaggi a strapiombo.

L’appuntamento è alle ore 9.00 davanti Chiesa di San Rocco di Camogli. Fine dell’escursione alle 13.00 circa in località “Caselle”. Al termine i partecipanti possono scendere autonomamente a San Fruttuoso o rientrare a San Rocco. Si tratta di una escursione impegnativa, da effettuare con scarpe da trekking e torcia elettrica. E’ richiesta la prenotazione obbligatoria entro  le 12.00 del sabato precedente al 3480182556 oppure 3480182557 oppure scrivendo una email a labter@parcoportofino.it. L’escursione è garantita con un min. di 7 persone.

LE BATTERIE DEL PARCO DI PORTOFINO
Sabato 24 e domenica 25 ottobre 

L’altra proposta per il weekend riguarda i resti delle fortificazioni costruite durante la Seconda Guerra Mondiale sul promontorio. Il parco aprirà le porte, a tutti gli escursionisti e appassionati di natura e storia, del suo Centro Visita alle Batterie. Dalle ore 9.30 alle 15.00 sarà possibile visitare il Centro Visita del Parco, allestito con impianti multimediali che vi aiuteranno a comprendere la vita durante il periodo della Seconda Guerra Mondiale. Per approfondire la tematica sarà possibile partecipare a una delle due visite guidate giornaliere (alle ore 11.00 e 15.00) che vi porteranno alla scoperta degli angoli più nascosti di  queste installazioni militari. Il costo della visita guidata è di 5 euro per adulto e 3 euro per bambini sotto i 12 anni. Per informazioni e prenotazioni: 3480182556 oppure 3480182557 – batterie@parcoportofino.it.

Andrea Panagia Direttore responsabile di Montagna Made in Italy Giornalista pubblicista, amante della montagna, esploratore, curioso, intraprendente. Alcune qualità che possono aiutare a capire la predisposizione che ha nel voler condividere, con altre persone, la sua passione per le “terre alte”. Dodici anni gestendo una sua agenzia di stampa. Dodici anni come responsabile dei contenuti editoriali di un grande portale italiano. Dal 2010 ideatore e coordinatore di Montagna made in Italy, progetto per la valorizzazione della montagna italiana in chiave “montagna gentile”. Non nasconde anche un grande amore per il mare, con patente nautica e brevetti sub per poterlo godere a 360°. Sempre pronto a mettersi in discussione, non teme la fatica e doversi rimboccare le maniche per realizzare i suoi progetti. http://www.montagnamadeinitaly.it

Andare in montagna, ma al mare