Anafi: cosa vedere e come arrivare

Anafi è una delle splendide isole delle Cicladi. Scopriamo cosa offre ai turisti

Anafi è una piccolissima isola greca dell’arcipelago delle Cicladi, a est dell’isola di Santorini. Conta un totale di 294 abitanti ed è uno degli ultimi luoghi ancora incontaminati per una vacanza di totale relax.
Con le sue spiagge di sabbia finissima e la natura lussureggiante, l’isola non ha nulla da invidiare a mete più famose.

L’isola vanta 35 km di spiaggia, per lo più incontaminata, raggiungibile a piedi o in barca. Tra le più importanti vi sono Katsouni, Agioi, Anargyroi e Prassies. In generale le spiagge più belle si trovano nella zona meridionale di Anafi, il primo litorale che si incontra è Megalos Roukounas, frequentata ancora assiduamente dai neo hippy, è attrezzata ed è possibile anche pranzare nella taverna lì vicino. Proseguendo ci si imbatte nella meravigliosa Agios Anargyroi, con la sua sabbia rossa e il mare trasparente, un vero gioiello della natura da godere nel completo silenzio. L’ultima tra le spiagge più grandi è Ormos Prasies, anche questa splendida e caratterizzata da sabbia finissima.

L’unico villaggio, di quest’isola delle Cicladi, abitato tutto l’anno ad Anafi è Chora, situato a 200 metri sul mare, permette ai turisti di fare un viaggio indietro nel tempo, camminando tra le sue viuzze, ammirando le piccole abitazioni bianche, le piazzette e le chiese tipiche della cultura greca. Passeggiando tra le sue strade è possibile godere di un paesaggio mozzafiato e, se non avete paura di camminare, dal paese è possibile raggiungere in poco tempo la spiaggia di Klissidi e di Katsouni. Nonostante le piccole dimensioni l’isola è attrezzata con alberghi e taverne in cui è possibile gustare il cibo tipico del luogo, in particolare il pesce freschissimo. Anafi è un’isola che va affrontata con calma e tranquillità, dimenticandosi del mondo e godendosi la pace e la quiete che solo luoghi come questo possono donare.

L’isola non ha un aeroporto, può essere quindi raggiunta tramite traghetto da uno dei porti delle isole vicine come Pireo, Paros, Ios o Santorini. Il traghetto non è però molto frequente, vi sono infatti solo tre traghetti e solo alcuni giorni della settimana, è importante quindi pianificare attentamente la partenza. Anafi infatti ha un suo porto nella spiaggia di Agios Nikolaos dalla quale è possibile usufruire del servizio di autobus per arrivare nelle zone più interne dell’isola, oppure è possibile noleggiare un automobile o uno scooter per scoprire liberamente gli angoli più remoti e segreti. Per soggiornare è possibile scegliere tra diversi piccoli alberghi ma è necessario prenotare per tempo perché i posti disponibili sono molto pochi.

 

Anafi: cosa vedere e come arrivare