Alla scoperta delle Egadi, acque cristalline, spiagge bianche e grotte marine

Marettimo, Favignana e Levanzo: a ciascuno la sua isola

Le isole Egadi si trovano a pochi chilometri dalla costa occidentale della Sicilia (GUARDA LA MAPPA). Un arcipelago formato da tre grandi isole principali, Favignana, Marettimo e Levanzo e da altre quattro più piccole, Formica, Maraone, Stagnone e Galeotta, oltre ad alcune microscopiche che sono poco più che degli scogli. L’arcipelago forma una riserva naturale marina.

Le isole sono incastonate in acque cristalline caratterizzate da colori unici e mozzafiato. Sono una meta ideale per coloro che desiderino trascorrere una vacanza rilassante, lasciandosi cullare dal mare e dal lento e tranquillo ritmo della vita isolana.

Favignana
E’ la più grande delle Egadi ed è ricoperta da macchia meditarrena. Le costruzioni sono bianche con gli infissi dei colori del mare. Quasi tutte le cale e le insenature sono raggiungibili in auto, bici o scooter. La sua costa è poco frastagliata regalando bellissime spiagge sabbiose o di ciottoli e scogli dalle forme più svariate. Tra le più rinomate c’è Cala rossa che si trova all’interno delle cave di tufo. Il mare qui è cristallino ed è incorniciato da scogli di varie forme e dimensioni. Fra le insenature create dagli scogli prende vita anche una piccola spiaggia che si è formata recentemente. Delle spiagge sabbiose, le più grandi sono Cala azzurra, famosa per le sue splendide acque trasparenti e per i fondali stranamente rosa, e Lido burrone, una delle poche spiagge attrezzate. A due passi dal centro del paese, e quindi molto comoda da raggiungere, c’è la Praia. Luoghi appartati e tranquilli dove fare il bagno sono le calette di scogli e sabbia nella zona di Punta Faraglioni. Per gli amanti dei tuffi imperdibili sono Punta fanfalo, Scalo cavallo, Grotta perciata, Bue marino. Per gli appassionati di immersioni, l’isola offre splendide location nelle quali immergersi. Tra queste, Galeotta, un isolotto dove è facile incontrare branchi di polipi e murene, e Cala rotonda, all’interno di una grotta.

Marettimo
E’ la più selvaggia e incontaminata delle Egadi ed è frequentata dagli amanti del trekking. La costa è molto frastagliata regalando luoghi nascosti e paradisiaci, tra cui tantissime grotte. Le grotte marine sono il suo fiore all’occhiello, veri e propri capolavori creati dalla natura che le ha scolpite per secoli, come la Grotta del tuono o la Grotta del presepe, famosa per le stalattiti e stalagmiti, e la Grotta del cammello. Tra le spiagge più belle vale la pena vedere Cala bianca e la stupenda spiaggia di sassi alle pendici del promontorio di Punta Troia. Anche Marettimo offre splendide esperienze per i sub, come l’immersione fuori dalla costa dove si trova il relitto di un mercantile.

Levanzo
E’ la più piccola delle Egadi. L’isola è famosa soprattutto per le grotte, molte delle quali di interesse storico e archeologico; prima fra tutte la famosa Grotta del genovese. Non mancano comunque le spiagge, appartate spiaggette di sassi e sabbia lungo il sentiero che porta al Faraglione. Nella zona Sud-Est si trovano due belle cale: Cala fredda, fatta di sassi e la più selvaggia Cala minnola. Per gli appassionati di immersioni, Levanzo offre un itinerario archeologico-subacqueo molto allettante: tra Cala minnola e Punta altarella si trovano i resti di un relitto romano, una cinquantina di anfore e frammenti di vasellame di ceramica risalenti al I secolo a.C.

Come arrivare
Le tre isole principali sono raggiungibili con il traghetto da Trapani e da Marsala (quest’ultima non è collegata con Levanzo) e tra loro sono collegate con l’aliscafo. Favignana è raggiungibile anche da Ustica.

Alla scoperta delle Egadi, acque cristalline, spiagge bianche e grotte...