Dormire sotto terra: in Australia c’è l’ostello nella miniera

Dormire a più sei metri e mezzo di profondità non è per tutti. Astenersi claustrofobici

Dormire a più sei metri e mezzo di profondità non è per tutti. Astenersi claustrofobici. Eppure questo minuscolo ostello nel cuore dell’Australia del Sud è diventato uno tra i più celebri al mondo. Si trova a Coober Pedy, piccola cittadina nota per le sue miniere di opali. Ed è proprio lì che si finisce se si va al Radeka Downunder Underground Backpackers, nelle gallerie della miniera. Stanze spartane e a loro modo accoglienti, per chi vuole provare il brivido di stare nella pancia di Madre Terra. Costo: da 25 euro a persona per notte. Di sicuro non vi sveglierà la luce del mattino.

Coober Pedy si trova nel bel mezzo di un’area desertica a 850 chilometri da Adelaide e conta appena 1500 abitanti. La gran parte dei cittadini ha lavorato o lavora tuttora nell’industria estrattiva e non è un caso che, con i suoi oltre 70 campi d’estrazione, Coober Pedy sia considerata «la capitale del mondo dell’opale». Attualmente anche il turismo è diventato un’importante fonte di guadagno e la cittadina ha suscitato l’interesse di moltissimi visitatori per il particolare stile di vita sotterraneo dei cittadini. Basti pensare che la gran parte dei residenti non solo lavora nelle miniere, ma abita in case sotterranee.

Il motivo di questa scelta è dettato dalle critiche condizioni ambientali della città: a Coober Pedy è arduo vivere in superficie a causa di un clima tipicamente desertico, quindi molto afoso di giorno e rigido durante la notte. Le abitazioni sotterranee garantiscono temperature più miti, fresche durante l’estate e confortevolmente calde durante l’inverno. È proprio in questo contesto che si va a inserire l’attività dell’ostello, il luogo migliore per un turista che voglia vivere la vera atmosfera di una città mineraria. La struttura era in origine una miniera di opali in cui si è lavorato dagli Anni ’60. A partire dalla metà degli Anni ’80 è stata riconvertita in ostello e dispone di una trentina di stanze. Le camerate del Radeka si trovano a una profondità di 6,5 metri, dove la temperatura oscilla tra i 20 e i 28 gradi, mentre all’esterno l’escursione termica va da una minima di 0 a una massima di 45 gradi.

Il Radeka organizza anche degli interessanti tour con partenza dall’ostello: il Desert Breakaways Tour è un viaggio di 4 ore alla scoperta delle principali attrazioni di Coober Pedy: le miniere, una chiesa sotterranea, il cimitero della città, il percorso di golf da 18 buche senza erba e i paesaggi lunari della zona, dove sono stati girati film come Mad Max III e Priscilla la regina del deserto.

Altro tour da non perdere è il Radeka Night Sky Presentation: i partecipanti vengono portati a 5 km da Coober Pedy non appena tramonta il sole e, in mancanza di inquinamento luminoso, sono guidati alla scoperta del meraviglioso cielo stellato del Sud, con costellazioni che nell’emisfero boreale non si possono scorgere. I tour si possono prenotare all’arrivo in ostello.

Un’ultima curiosità riguardante la cittadina di Coober Pedy: una delle principali attrazioni turistiche e di maggior valenza simbolica per i residenti è l’unico albero della città.

Dormire sotto terra: in Australia c’è l’ostello nella&nbs...