Delizie di Spalato, dal paesaggio alla gastronomia

Il suo centro storico è tra i luoghi che restano maggiormente nel cuore

spalato-tI tartufi bianchi d’Istria, il famoso dalmatinski prsut – prosciutto dalmata, simile al prosciutto crudo, ma più magro e asciutto -, il plavac mali, l’eccellente vino rosso dall’isola di Hvar, formaggio dall’isola di Pag, la torta di fichi e la “Corona di Diocleziano”, un dolce all’olio d’oliva, le acciughe marinate

Non dovrebbero servire altre di queste delizie per decidere di visitare Spalato. La città – da sola – ha già tutti i numeri per essere una meta da non perdere. Relativamente vicina all’Italia e raggiunta da voli low cost, Split è la più grande città della Dalmazia. Protetta alle spalle da alte montagne e verso il mare dalle isole dell’arcipelago spalatino, la sua bellezza è indiscussa fin dall’antichità. L’imperatore Diocleziano, che pure aveva il mondo ai suoi piedi, la scelse come buen retiro per la sua vecchiaia nel 306 D.C. e vi costruì un palazzo che è resta una delle architetture romane più imponenti d’Europa.

Riconosciuto anche dall’Unesco, il centro storico di Spalato con i suoi vicoli animatissimi e le sue piazze eleganti, è tra i luoghi che restano maggiormente nel cuore ai viaggiatori che visitano la Croazia. Oltre allo splendido mare, protagonista indiscusso di ogni visita all’arcipelago – Spalato ospita alcune vivacissime spiagge ghiaiose, perfette per ritemprarsi dopo una mattinata in giro per monumenti e stand gastronomici – merita attenzione la natura dei dintorni. Il paesaggio, qui, è splendido e ricco di parchi naturali. Gole e canyon a Omis, una cittadina proprio alle spalle di Split. Fiumi e cascate, come le famose Krka: un salto spettacolare di 20 metri.

C’è poi l’isola di Mljet, interamente parco nazionale: quasi interamente coperta di boschi, è famosa per i suoi due laghi (Lago Maggiore e Lago Minore) che in realtà altro non sono che baie separate dal mare aperto da canali strettissimi. Tra le attrazioni più visitate della zona, e a soli 20 chilometri da Spalato, c’è la città di Traù, chiamata “Venezia in miniatura” per i suoi canali e per l’architettura rinascimentale. La riviera ononima offre spiagge di sabbia e ghiaia, ed è punteggiata di oliveti e vigneti.

 

Delizie di Spalato, dal paesaggio alla gastronomia