Cura del camper in inverno: antigelo e guarnizioni

La manutenzione è necessaria per usare il mezzo anche con il freddo

Andrea Fabri

L'ESPERTO RISPONDE Andrea Fabri Esperto di Camper Consigli e curiosità? Invia la tua domanda

Camper_inverno_1217La nostra autocaravan ci accompagna principalmente durante bella stagione. Ma per un suo utilizzo in inverno, magari per andare a visitare i Mercatini di Natale, dobbiamo sapere qualcosa in più. Cominciamo dal motore: se andiamo in alta montagna, dobbiamo di necessità fare i conti col freddo, che può essere anche eccezionale, ma di norma è comunque più forte rispetto alle città.

Facciamo controllare il liquido di raffreddamento e il suo antigelo, che spesso protegge solo fino a -10°. In montagna in inverno si raggiunge con facilità -20°. Per esperienza personale vi dico di aver sopportato anni fa -35°. Ed ero in Italia, vi garantisco! Quindi non trascuriamo il liquido di raffreddamento, chiediamo che ci protegga fino a -40° e lasciate che il meccanico vi dica “Ma dove credi di andare?” Meglio sopportare della facile ironia che dei danni seri al motore. Non trascuriamo neppure la vaschetta del lavavetri, che ci potrebbe servire. Aggiungiamo dell’antigelo, o dell’alcol denaturato nella apposita vaschetta.

Le guarnizioni di porte e finestre non vanno trascurate; è vero che non abbiamo pratica quotidiana delle guarnizioni dell’auto, ma in macchina mica ci dormiamo dentro! L’umidità sviluppata dalla vita nel camper inumidirà le guarnizioni che, col freddo esterno, geleranno incollandosi ai vetri, o al battente delle portiere. Al momento di aprire, strapperemo la gomma delle guarnizioni che saranno ormai da sostituire.

Per evitare tutto questo, basterà preventivamente trattare le guarnizioni con del comunissimo talco in polvere. Le guarnizioni così trattate resteranno scivolose, e non si attaccheranno più a vetri o carrozzeria. Come procedere? Basta pulire prima la guarnizione con acqua e sapone (normalissimo sapone liquido), asciugarle ben bene e poi passare il talco in polvere con un panno o un batuffolo di cotone, avendo cura che il talco si spanda omogeneamente sulla gomma; otterremo una gomma di colore grigiastro (non più nero), setosa al tatto. Tutto qui. Il lavoro può essere fatto anche tempo prima, e va ripetuto ogni volta che si ravvisa il venir meno di questa protezione. Il costo di tutto è praticamente irrisorio. (Leggi altri consigli per andare in camper in inverno)

Andrea_Fabri_rid

Andrea Fabri Esperto di Camper Viaggia in camper dal 1997 e in questi vent'anni "on the road" ha accumulato un buon bagaglio di esperienze di questo particolare modo di vita e di viaggio. Per raccontare questa passione ha realizzato un blog, che cura da dieci anni, il suo blog è Camperblog, su Libero.it. Ha scritto per il mensile Plein Air per cinque anni pubblicando testi di viaggio e relative fotografie. E' nato a Terni il 3 luglio del 1959 è giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei Giornalisti dell'Umbria dal 23 luglio 1998. http://blog.libero.it/Camperblog/

Cura del camper in inverno: antigelo e guarnizioni