Cuba libre! Il paradiso della movida è qui

Spiagge da sogno e fondali per le immersioni, dall'Havana a Cayo Largo, da Varadero a Camagüey

Chiunque abbia già fatto un viaggio a L’Havana, Varadero, Cayo Largo e nelle località più famose dell’isola non potrà non essere rimasto affascinato dalla fatiscenza dei palazzi della capitale, dall’andirivieni di automobili Anni Sessanta color pastello, dai carri collettivi che trasportano persone da una parte all’altra dell’isola.

Cuba è una meta ricca di fascino che, se non avete ancora avuto l’occasione di visitare, vi consigliamo di fare al più presto. Le coste offrono un mare cristallino e lunghe spiagge bianche. Tra le mete più gettonate c’è Varadero, raggiungibile con voli diretti dall’Italia. Non è la più bella destinazione cubana, ma molto meglio della nostra Riviera romagnola. Il mare è meraviglioso e pure le spiagge, che sono le più ampie del Paese. Qui sono concentrati tantissimi hotel, resort e villaggi turisici che, però, rovinano un po’ il panorama.

Chi ha voglia di lidi deserti, deve spostarsi dall’altra parte dell’isola, verso Isla de la Juventud che comprende uno dei più importanti arcipelaghi di Cuba. Composto da 350 piccole isole e cayos, le più estese sono Juventud, Cayo Largo del Sur, Cayo del Rosario e Cayo Cantiles. È una parte dei Caraibi caratterizzata da natura vergine, belle spiagge sabbiose custodite da mangrovie e fondali in cui abitano spugne, crostacei e pesci multicolori. Cayo Largo si estende per 25 km e sono cinque le spiagge di finissima sabbia bianca che prendono il nome di Lindamar, Tortuga, Blanca, Los Cocos e Sirena. Qui vivono tartarughe che depongono le uova nella sabbia, gabbiani, pellicani e altre specie tropicali, tra fitte foreste di palme di miraguano, uvas caletas – dette anche uve della spiaggia – e palme da cocco.

 Nel centro-est di Cuba si trova un’altra località turistica piuttosto apprezzata: Camagüey. Oltre cento chilometri di spiagge e un ambiente che, con la sua vegetazione, offre favolosi panorami tropicali. Il centro storico di Camagüey è quello che meglio conserva l’atmosfera e l’architettura coloniale. A due passi si trova Santa Lucia, una lingua di terra lunga 21 km con sabbia bianca e fina, che penetra nelle trasparenti e tranquille acque del mare in leggera pendenza. E’ una delle migliori spiagge di Cuba.

A sud-est, infine, si trova Playa Guardalavaca. Migliaia di turisti sono attratti dalle sue calde acque. Il contrasto tra il verde della vegetazione, l’azzurro del mare e il candore della sabbia crea uno spettacolo degno di essere visto. I fondali sono i migliori per le immersioni.

Cuba libre! Il paradiso della movida è qui