Cosa vedere sul Lago di Garda in 48 ore

Se avete in mente una gita fuoriporta, ecco le località tanto amate dai turisti stranieri e perché

Cosa vedere al Lago di Garda? Il maggiore lago del nostro Paese, quello più spettacolare, quello che almeno una volta chiunque dovrebbe visitare, offre spunti meravigliosi per chi ama viaggiare. Se avete in programma di organizzare una gita in tale località, non potrete certo far altro che partire dalla cittadina di Sirmione.

Il centro abitato si colloca su di una piccola penisola che si estende dal lago per alcuni chilometri e risulta essere accerchiato dall’acqua per tutto il suo perimetro. L’unico modo per riuscire ad entrare nel borgo è superando il ponte che oltrepassa le possenti fortificazioni murarie dell’antica città. Per godere del panorama offerto da Sirmione, è possibile recarsi presso la torre del castello. Attraverso una camminata lunga un chilometro o giù di lì, potrete poi scoprire i confini dell’isola nei quali sorge una spettacolare villa di epoca romana, aperta ai turisti. Una vota che avrete terminato la visita alla penisola di Sirmione e una volta che avrete scoperto tutti i suoi tesori, potrete procedere con la gita andando a esplorare la vicina città di Peschiera del Garda. Tale località è situata vicino al fiume Mincio e, già dall’epoca greca, ha rappresentato un importante luogo d’incontro e di scambio che favoriva il traffico delle merci.

Ai giorni nostri le vie si sono trasformate in borghi borghi luminosi e colorati che offrono ai numerosi turisti che ogni anno la visitano tante bancarelle dove acquistare souvenir e deliziosi ristoranti con cucina tipica locale. Più a settentrione rispetto a Peschiera si trova Lazise, cittadina nota per essere divenuta il primo comune libero del nostro Paese. Piccolo gioiello che sorge a poche miglia dal Lago di Garda, Lazise può vantare un porto e delle fortificazioni ottocentesche ancora in ottimo stato. Il centro storico della cittadina è riccamente decorato con fini ed eleganti pavimentazioni in maiolica azzurra con disegni geometrici.

Un altro luogo che non potrete assolutamente mancare di visitare è Punta San Vigilio, nota per le sue numerose colline verdi tutte coltivate con passione e per i suoi numerosi vigneti dai quali, ogni anno, si producono litri e litri di buonissimo vino. Oltre allo spettacolare panorama offerto dalla natura, è possibile visitare un’antica villa, una minuscola basilica romana e una taverna che, circondata da una foresta, si affaccia sul porto.

Il Lago di Garda dona ai suoi visitatori tantissime emozioni e paesaggi spettacolari. Un’altra preziosa perla di queste rive lacustri è Torre del Benaco, una cittadina dominata da un castello medievale e attorniata da un minuscolo portico saturo di piccole barche colorate. Il castello è visitabile per intero e, come se non bastasse, su prenotazione è possibile affittarlo per celebrare matrimoni. Proprio adiacente alle mura della città cresce da anni l’unica limonaia esistente nella località.

Se avete ancora tempo a disposizione e tanta voglia di continuare a viaggiare, potreste pensare di dirigervi verso Malcesine. Il paesino è stato tanto amato anche da alcuni grandi nomi dell’arte e della letteratura quali Goethe e Klimt. Oggi il borgo si contraddistingue per essere una delle mete più ambite proprio grazie alla sua spettacolare location ch non manca di spiagge e meravigliosi giardini. Malcesine è quindi il posto ideale per chiunque si reputi essere un appassionato di attività fisica all’aperto. A Malcesine è possibile divertirsi facendo un giro in funivia. La struttura è stata costruita piuttosto di recente e si dispone a un’altezza di quasi duemila metri. Questa non è l’unica attività che è possibile praticare a Malcesine. La località infatti offre la possibilità di trascorrere intere giornate a praticare trekking e a fare giri in aeroplano.

Abbandonata la regione è possibile spingersi fino a Riva del Garda, una colorata cittadina di pochi abitanti. Si può avere accesso al borgo tramite tre monumentali porte situate in diverse zone. Il centro storico è arricchito dalla presenza di antiche basiliche e ville, ma il cuore della città è dato dalla Torre Apponale che può vantare un’altezza di oltre trenta metri. Prima di abbandonare il borgo di Riva del Garda dovete assolutamente mettervi in viaggio e provare un’escursione a Ponale. La gita si terrà interamente a piedi e verterà su di una passeggiata attraverso un bosco che offre viste da togliere il fiato.

Per concludere, una visita a Limone sul Garda è d’obbligo. Come suggerisce il nome stesso, il piccolo paese è ricco di limoni, i veri protagonisti del luogo. L’ambiente è l’ideale per la crescita di questi agrumi.

Cosa vedere sul Lago di Garda in 48 ore