Cosa sapere se si ha un passeggino e si viaggia in aereo

Il trasporto del passeggino in aereo è permesso da tutte le compagnie aeree, basta seguire qualche semplice regola e utilizzare un modello adatto per il viaggio

Il trasporto del passeggino in aereo segue delle regole simili per ogni compagnia aerea. Questo strumento da viaggio è indispensabile per i più piccoli, in modo particolare quando si parte per le vacanze. Durante questo periodo si faranno delle escursioni e delle lunghe passeggiate, per cui il bambino ha un costante bisogno di riposarsi, agevolando nel percorso anche gli adulti, messi a dura prova durante la vacanza. Oltre al mezzo di trasporto è necessario portare con sé tutto l’occorrente per i più piccoli, come ad esempio: cambi di vestiti, pannolini, giochini, altre sedute (seggiolini, lettino da viaggio etc.), latte e simili. Al fine di agevolare e rendere comodo il viaggio dei più piccoli, ma anche dei genitori, molte compagnie aeree offrono la possibilità di prenotare: imbracature Amsafe Cares più bagagli a mano (10 kg per i bambini e 5 kg per gli adulti, da aggiungere ai suoi 10 Kg di bagaglio a mano). Prima di partire è necessario documentarsi al meglio consultando il sito della compagnia con la quale si è deciso di viaggiare, evitando in questa maniera inconvenienti, il pagamento di tariffe non prese in considerazione e altri problemi. Da tenere sempre bene a mente di scegliere dei posti sull’aereo consoni al viaggio con dei bambini, evitando la coda dell’aereo o la zona nella quale si trovano i motori (la più rumorosa di tutto l’aereo).

Viaggiare da soli, si sa, a volte può risultare complesso, soprattutto se si hanno dei bambini e se non ci si documenta presso la compagnia aerea prescelta per il viaggio. I bambini hanno bisogno di un occhio di riguardo in più, sia per quanto riguarda la preparazione della valigia composta da cambi di vestitini, pannolini, giochini, ma anche per i mezzi di trasporto e le sedute delle quali hanno bisogno prima e dopo il viaggio in aereo. Proprio per questo motivo è necessario che ogni cosa (passeggino, seduta, bagaglio a mano del bambino) non venga bloccata al check-in, in modo particolare il passeggino. Prima dell’imbarco è conveniente prendere qualche piccolo accorgimento, soprattutto riguardo al modello e il costo di questo mezzo di trasporto. Il mezzo di trasporto del bambino deve avere una chiusura pieghevole a ombrello e non deve essere fissa perché altrimenti non può essere stivato per via dell’ingombro provocato dalle dimensioni dello stesso. In secondo luogo, è conveniente acquistare un modello ultraleggero e non troppo costoso in quanto a seguito di urti durante il viaggio si potrebbe danneggiare.

Come già affermato in precedenza, in linea generale tutte le compagnie aeree hanno delle regole molto simili tra loro. Alcune, in seguito alla registrazione del mezzo di trasporto, fanno stivare il passeggino quando si arriva alle scalette dell’aereo. Qui il personale si occupa di etichettare e stivare il mezzo. In alcuni casi, quando cioè lo spazio a disposizione all’interno dell’aereo lo permette, il passeggino può essere sistemato sotto il sedile anteriore o nei vani scomparti posti sopra i sedili (dove solitamente si sistemano i bagagli a mano). Ovviamente, il passeggino deve essere registrato come bagaglio a mano durante il check-in. Tra le tantissime agevolazioni offerte dalle compagnie aeree, oltre al passeggino (da stivare o poter portare all’interno della cabina dell’aereo), è possibile prenotare un’imbracatura Amsafe Cares. Essa consente di assicurare al meglio il bambino con un peso corporeo compreso tra i 10 e i 20 Kg al sedile dell’aereo. Quando si sceglie questa opzione, il genitore può portare gratuitamente un bagaglio dal peso di 10 Kg più una seconda borsa e una terza da stivare. Oltre a queste, esso ha diritto a portare con se una borsa di 5 kg massimo in aggiunta al suo bagaglio a mano.

Altre compagnie aeree permettono di portare con sé due attrezzature per bambini: un passeggino e una seduta (seggiolino per auto, lettino da viaggio, seggiolino rialzato). Questi due articoli devono essere registrati al check-in prima della chiusura che avviene circa 40 minuti prima della partenza del volo. Se si decide di non stivare il passeggino fin da subito, lo si può portare fino alle scalette dell’aereo, dove il personale lo etichetta e stiva. In seguito all’atterraggio e all’apertura della porta, si troverà un membro del personale alla fine delle scale con il passeggino. Oltre ai due articoli (passeggino e un’altra seduta) imbarcati a titolo gratuito, è possibile registrare altri articoli per un peso totale non superiore ai 20 kg. Ovviamente in questo caso si deve pagare una tariffa per attrezzature neonati/bambini che in linea di massima si aggira intorno ai 10 euro (dipende dalla compagnia). A tutte queste regolamentazioni bisogna sempre ricordare quelle inerenti la tipologia di prodotti (liquidi, da taglio, in polvere) concesse all’interno dell’aereo, per evitare che vengano lasciate a terra. Controllare sempre la quantità di liquidi concesse da ogni compagnia aerea (solitamente il massimo è di 100 ml).

Cosa sapere se si ha un passeggino e si viaggia in aereo