Come visitare Floating Piers, il ponte di Christo sul lago d’Iseo

The floating piers è un'installazione di arte contemporanea, realizzata sul lago d'Iseo da Christo, un artista statunitense di origine bulgara

The Floating Piers è una monumentale costruzione artistica, rappresentata da un ponte lungo 3 chilometri che copre quasi completamente il lago d’Iseo. L’opera d’arte monumentale collegherà la sponda del lago con l’isola di Montisola e l’isoletta di San Paolo. Per costruire il ponte di Christo sono stati spesi oltre 200.000 cubi di polietilene. Il ponte è stato aperto il 18 giugno. Stando a quanto riferisce il The Guardian, all’apertura hanno partecipato più di mezzo milione di persone ed è previsto l’arrivo di almeno altri 200.000 visitatori.

La visita al ponte è completamente gratuita. Ogni visitatore avrà modo di percorrere il ponte in entrambi i sensi di marcia, ma ci sarà il limite di 10.000 persone alla volta. Per questo è meglio raggiungere il lago d’Iseo la mattina presto e avere tutte le informazioni su come arrivarci. Altrimenti si corre il rischio di fare delle file enormi. Il ponte galleggiante può essere raggiunto da tre accessi, costruiti presso Sensole, Peschiera Maraglio e Sulzano. A quest’ultimo si può facilmente arrivare in treno.

Come alternativa si possono utilizzare i bus navetta appositamente organizzati da località come Iseo, Sarnico, Pisogne, Lovere, Paratico e Marone. Per accedere al The Floating Piers dalle altre due località, bisogna prendere il battello. Per informarsi sui porti di partenza, sugli orari e sui costi, si può visitare il sito web dedicato all’evento. Sfortunatamente, durante la mostra le principali strade sono chiuse ai non residenti, motivo per cui la circolazione automobilistica è fortemente limitata. Come alternativa ai mezzi di spostamento indicati, i viaggiatori potrebbero prendere in considerazione l’idea di raggiungere l’opera d’arte camminando.

Bisogna comunque ricordarsi che The Floating Piers rimarrà aperto al pubblico fino al 3 luglio prossimo, portando al Comune di Brescia e alle zone limitrofe una notevole quantità di denaro. Il guadagno stimato dall’affluenza dei visitatori è di circa 3 milioni di euro. Il ponte galleggiante si trova a pochi centimetri dall’acqua ed è rivestito con un materiale impermeabile. Gli organizzatori sconsigliano di portare sul lago degli oggetti troppo pesanti. Per il resto non bisogna dimenticarsi il buon umore, qualche compagnia amichevole e partire alla scoperta dell’ arte contemporanea.

Come visitare Floating Piers, il ponte di Christo sul lago d’Is...