City of design: cosa vedere a Shenzhen

La guida di Shenzen illustra tutte le principali attrattive di questa futuristica città cinese, che unisce il proprio patrimonio culturale a quello innovativo

La guida di Shenzen tocca non solo questa enorme città cinese, in cui vivono più di 15 milioni di persone, ma anche la vicina Honk Kong, che inizia proprio vicino al confine con Shenzen. Quest’ultima è una tipica città moderna, per non dire che è molto futuristica. I grandi edifici innovativi ne formano il panorama principale: ci sono gli enormi grattacieli tipici dei Paesi industrializzati, le grandi torri che sovrastano la città circostante e molte altre costruzioni curiose. Tutto questo ha nel tempo contribuito a creare un’immagine molto particolare della città di Shenzen, un centro urbano al limite tra il presente e il futuro, facendola entrare anche della Top 20 delle città più innovative del pianeta secondo la versione di Skyscanner. La città è suddivisa in 10 distretti, ognuno dei quali è molto vasto e ospitante delle attrattive turistiche particolari radicalmente diverse dagli altri distretti della grande città.

Innanzitutto, si consiglia di pianificare bene il viaggio. Nonostante il sistema dei trasporti di Shenzen sia molto efficace, ben pensato e anche poco costoso, spostarsi da un distretto all’altro potrebbe richiedere troppo tempo. E bisogna evitare di perderlo, poiché la città è molto grande e le cose da vedere sono tante. Altresì, è possibile facilmente spostarsi tra Shenzen e la vicina Hong Kong, tanto che si potrebbe persino prendere in considerazione l’idea di visitare ben due città in una. Tuttavia, difficilmente basterà un solo giorno per vedere le attrattive turistiche degli entrambi centri urbani. Molto meglio dedicare alle visite di queste due città 2-3 giorni per ognuna. Oltre ai mezzi di trasporto pubblico, a Shenzen vi sono molte valide alternative.

Ci sono gli autisti privati, le biciclette, i taxi e altro ancora. Fortunatamente, la città di Shenzen si trova in una zona geografica particolare ed è perfetta da visitare 365 giorni lungo l’arco dell’anno. Il clima tipico è quello di Hong Kong, subtropicale. Gli inverni qui sono molto miti, mentre le estati abbastanza umide e calde. Tutti gli edifici di maggior spicco di Shenzen, tra cui i centri commerciali, i grandi edifici turistici e altro sono dotati di un ottimo sistema di aria condizionata. L’unico consiglio a cui prestare attenzione in fatto di clima è di non andare in montagna qualora la temperatura sia troppo alta. La stagione delle piogge a Shenzen continua da maggio a settembre.

Questo è il motivo principale per cui l’alta stagione turistica qui ricade nei primi mesi autunnali, in modo da far evitare ai viaggiatori le piogge e permettere loro di godersi il temperato clima dell’autunno. Un altro lato positivo della città, è che in questa non si trova il tipico smog delle metropoli come Pechino o Shanghai. Per entrare a Shenzen serve un visto turistico o una Visa on Arrival. Quest’ultima viene rilasciata per un periodo massimo di 5 giorni e va richiesta direttamente al punto doganale sul confine. Ogni guida di Shenzen inizia dal distretto di Nanshan. Quest’ultimo si trova nella parte sud-occidentale di Shenzen e ospita molte attrazioni turistiche del grande centro urbano. Si tratta sicuramente del luogo adatto a tutti coloro che amano la tecnologia.

Una guida di Shenzen sarebbe incompleta se non toccasse il famoso Sea World locale. A differenza di quanto potrebbe sembrare dal nome, si tratta di un grande centro commerciale. Qui si possono trovare molti negozi di lusso, ma anche ristoranti con la cucina tipica cinese o quella europea. Altresì, vi si può assaggiare una birra tradizionale tedesca o irlandese, che viene importata dall’Europa e offerta sia agli espatriati europei che vivono in Cina, sia ai cinesi stessi. Una volta fatto il giro dell’immenso centro commerciale, perché non andare al Nanhai E-Cool? Quest’ultimo è contenuto in una vecchia fabbrica suddivisa in circa 100 imprese creative. Qui si può bere dell’ottimo caffè, passeggiare guardando le installazioni d’arte monumentale, rilassarsi bevendo un bicchiere di birra o di vino, oppure avventurarsi alla scoperta delle sale giochi locali.

E qualora si volesse vedere il lato religioso durante una guida di Shenzen, una buona idea potrebbe essere di avventurarsi alla scoperta del Tempio di Tien Hou a Chiwan. Quest’ultimo è stato costruito durante la dinastia degli Song. Nel corso della storia fu ricostruito varie volte, ma al giorno d’oggi sembra ancora davvero antico e tradizionale. Si consiglia, ovviamente, di entrare nel tempio per poterne ammirare i ricchi, e decorati, interni. Al termine si può andare anche verso il Monte Nanshan, che si trova nei pressi del Sea World. Ci sono delle colline molto particolari, che spiccano sul panorama circostante. Il viaggio, però, non è adatto alle persone con problemi di cuore: bisognerà percorrere circa 700 scalini e la salita è molto ripida.

City of design: cosa vedere a Shenzhen