City of design: cosa vedere a Saint Etienne

Guida alal città di Saint Etienne: scopriamo insieme quali sono le più interessanti attrattive turistiche della città francese capoluogo del compartimento della Loira

La guida di Saint Etienne è molto utile per conoscere quali sono i luoghi più belli da visitare, per scoprire le meraviglie artistiche e architettoniche della cittadina francese che si trova nel compartimento della Loira a circa 60 chilometri dalla splendida Lione. Saint Etienne fa parte della città del Design dell’UNESCO dal novembre del 2010.

La lista delle Città del Design comprende città come Berlino , Graz, Kobe e Pechino, solo per citarne alcune. Chi è appassionato di arte non potrà certo perdere le collezioni permanenti del Museo di Arte Moderna, il secondo per importanza di tutta la Francia e dove potrete ammirare magnifiche opere d’arte di Picasso, Andy Warhol e Dubuffet.

In un edificio del Secondo Impero sorge il Museo di Arte e Industria, dove sono esposti nastri, cicli e armi francesi, preziose testimonianze dello splendore industriale del passato della cittadina francese. Dal 1991 è presente anche un altro interessante museo da visitare, è quello della Miniera, dove si possono vedere e conoscere le memorie del bacino di carbone della Loira. Tra l’altro si può proprio scendere nella miniera di carbone dove si possono vedere le ricostruzioni delle condizioni di lavoro dei minatori.

Ma i musei di Saint Etienne sono moltissimi. Tra gli altri segnaliamo il Museo della Vecchia Saint Etienne, sito in uno splendido palazzo del XVII secolo, il Memoriale della Resistenza e della Deportazione della Loira, Il Museo dei Trasporti Urbani di Saint Etienne , e la Scuola di Belle Arti che ha inaugurato uno spazio dedicato proprio al design e tutto quello che concerne. Chi è appassionato di turismo religioso non potrà fare a meno di visitare alcune tra le più belle chiese di Francia, situate proprio in questo compartimento. Una delle più belle è la Cattedrale di San Carlo Borromeo, costruita all’inizio del XX secolo in stile neogotico primitivo. Splendidi gli interni con gli arredi in stile Art Deco originali dell’epoca. Bellissimo anche il tabernacolo in legno di mogano con inserti dorati, il cui design è ispirato alla Arca dell’Alleanza come descritta nella tradizione biblica. Tra l’altro la vicinanza con Lione vi consentirà di visitare anche quest’altra splendida città francese. Un’occasione di cui sicuramente hanno approfittato tutte le persone che si trovavano in questa parte della Francia durante gli Europei di calcio 2016.

Saint Etienne si raggiunge comodamente in treno dall’Italia, oppure utilizzando l’aeroporto di Lione, che si raggiunge in neanche un’ora di bus o auto. Il clima di questa regione è pressoché mite, infatti anche in inverno le temperature non scendono mai sotto lo zero, tranne in rarissime occasioni, mentre le estati sono fresche. Uno dei simboli della città francese è il Museo de Massenet, situato nel cuore di un parco pubblico nel centro cittadino. Il museo è stato realizzato da un celebre scultore francese vissuto fino al 1912. Bellissimo anche il Teatro dell’Opera, situato in cima a una verde collina da cui si può ammirare un panorama spettacolare su Saint Etienne e i dintorni. Durante l’anno si svolgono interessanti eventi legati all’arte e alla tradizione. Uno di questi è la Rue des Arts, dedicato alle arti visive e che si svolge ogni anno nel mese di giugno. Sempre all’inizio della stagione estiva si svolgono il Festival della Musica e il Festival del Teatro di Strada. Ricordiamo che Saint Etienne è anche una tappa del Tour de France. Da qui si può anche raggiungere la capitale, Parigi con un treno ad alta velocità in appena tre ore di tragitto.

Nei dintorni di Saint Etienne si possono organizzare tante escursioni in mezzo alla natura, passeggiare in riva ai laghi oppure dedicarsi alla scoperta delle specialità tipiche della cucina tradizionale francese, davvero gustose. Nella parte centro meridionale della Francia infatti si trovano diverse vie del vino da percorrere degustando i prodotti tipici locali, come i formaggi, le marmellate e tantissime altre cose. A un paio di chilometri dal centro di Saint Etienne si trovano anche splendidi campi da golf, per gli appassionati del genere. Se vi resta un po’ di tempo potrete recarvi in treno a Lione e visitare la splendida basilica di Notre dame de Fourviere, il bellissimo Parco de la Tete d’or, il Museo delle Belle Arti, l’antico anfiteatro romano, il Museo Gallo Romano e tantissime altre meraviglie storiche a artistiche della città francese situata sulla confluenza del fiume Rodano con la Saona. Approfittate dell’occasione per conoscere la storia e la tradizione di Saint Etienne e di Lione, due città ricche di arte e design. Con il treno si impiega circa mezz’ora da una città all’altra e i collegamenti sono numerosi.

City of design: cosa vedere a Saint Etienne