Brasile, un mare tutto da scoprire

La costa brasiliana, tra Fortaleza e Salvador de Bahia, riserva angoli paradisiaci, spiagge immense, con sabbia fine e mare color smeraldo

Il mare del Brasile non è soltanto quello di Rio de Janeiro, che si affaccia su un Oceano Atlantico scuro e burrascoso. La costa brasiliana, tra Fortaleza e Salvador de Bahia, a nord di Rio, riserva angoli paradisiaci, spiagge immense praticamente deserte, con sabbia fine e mare color smeraldo, calmo come l’olio o con onde altissime per gli amanti del surf, una vegetazione tropicale, riserve naturali e panorami mozzafiato. Lontani dai periodi di alta stagione, e prima che il turismo risenta del richiamo irrinunciabile di questa meta (il Brasile è stato sorteggiato per ospitare i Mondiali di Calcio del 2014, pertanto si prevede un boom di turisti nei prossimi anni) è consigliabile visitare la terra del Samba e scoprirne colori e profumi prima che sia troppo tardi. Qui è estate tutto l’anno e la temperatura media è di 26 gradi. Dall’Italia ci sono voli diretti in qualunque stagione. Il litorale dello Stato di Ceará, dove si trova Fortaleza, vanta oltre 500 chilometri di bellissime spiagge con palme, dune di sabbia, mangrovie, laghi di acqua dolce e lagune. In base alla loro posizione rispetto alla capitale Fortaleza si dividono in Costa Sol Poente (ponente) e Costa Sol Nascente (levante). Lo Stato di Bahia, dove sbarcarono i portoghesi di Cabral nel 1500, è rimasto dipendente dalla corona di Lisbona fino al 1700. Qui arrivano le navi di schiavi dall’Africa ed è tuttora lo Stato più africano del Brasile. Qualcuno lo definisce il vero Brasile.

Brasile, un mare tutto da scoprire