Krabi, paradiso della Thailandia

Spiagge bianche e deserte, acque limpide popolate di coralli e rocce calcaree che spuntano dal mare. Benvenuti in uno dei luoghi più incontaminati d'Oriente

Se conoscete il mare e le spiagge della Thailandia saprete benissimo quanto questi siano meravigliosi. Ma se non volete immergervi nella confusione di Phuket, ecco la meta che fa per voi: Krabi. Si trova sulla terraferma, affacciata sulle splendide acque del Mare delle Andamane, ma comprende ben 83 isole che non hanno nulla da invidiare alle mete più note.

Il clima di Krabi è secco da novembre a marzo, il periodo migliore per chi ama il mare calmo, le gite e le immersioni.  Da aprile comincia la stagione del monsone, che rinfresca le giornate di sole con piogge, che si fanno più frequenti a maggio e giugno. E’ questa la “Green Season”, meno adatta per chi vuole trascorrere una vacanza al mare ma consigliata a chi cerca una vacanza di relax a un prezzo low cost.

Tra le spiagge più spettacolari c’è Ao Nang Beach, la più grande e la più facilmente raggiungibile. Tuttavia resta poco affollata e molto tranquilla, ideale per chi è alla ricerca di un totale relax. Il panorama di questa spiaggia è mozzafiato: dalle acque spuntano rocce calcaree che creano giochi di luci e ombre uniche. L’acqua è poco profonda ed è ottima per portare anche i bambini.
Un’altra spiaggia bellissima è Hat Noppharat Thara, che fa parte di un parco naturale marino a cui appartiene anche la rinomata Phi Phi Island, usata come set del film The Beach con Leonardo Di Caprio. Quando c’è bassa marea, è possibile raggiungere a piedi le isole vicine.

A sud di Ao Nang si trovano le due spiaggette di Rai Leh e Hat Tham. Secondo gli esperti, Rai Leh è una delle spiagge più belle del mondo. Poiché non è facile arrivarci (l’ideale è raggiungerle in barca), sono molto isolate e per questo ancora più paradisiache. Il territorio qui è più vario, con formazioni rocciose e colline. E’ il paradiso per chi ama praticare roccia.
Per tutti gli altri, invece, da non perdere le caverne di Rai Leh in cui ammirare stalattiti e stalagmiti. Un sentiero collega Rai Leh a Phra Nang, una spiaggia circondata da maestose rocce e dalle acque trasparenti, ottime per fare snorkeling. La sabbia più fine e più bianca, invece, si trova a Poda Beach, non lontano da Ao Nang.

Anche a Krabi non manca la spiaggia affollata. E’ Muang Klong Beach, su cui si affacciano hotel a cinque stelle e resort di lusso. Cionondimeno, l’acqua resta limpida e meravigliosa.
A sud della provincia di Krabi si trovano le prime 50 isole, quelle del gruppo Lanta, raggiungibili via ferry. Tra le più grandi c’è Koh Lanta Yai, con spiagge lunghissime e bungalow sulla spiaggia. A Koh Taleng Beng la spiaggia c’è solo durante la bassa marea: poi sparisce inghiottita dalle acque. Ottime per le immersioni tra i coralli sono le cinque isole di Mu Koh Hah e le tre isole Ngai, Rock Nai e Rock Nok.
Un altro gruppo di isole è quello delle Phi Phi, una delle più belle destinazioni turistiche al mondo. Ma questo è un altro viaggio…