Safari: la nuova meta cult è il Ruanda

I fan dei Big Five cercano una nuova meta il Ruanda ha tutto ciò che si può desiderare

Nel bel mezzo dell’Africa più nera e selvaggia, il Ruanda è uno di quei Paesi poco noti al turismo di massa. Eppure ha moltissimo da offrire, a partire dalla natura incontaminata. Ecco perché sta diventando la nuova meta apprezzata da chi ama fare i safari. Sì perché dopo aver visitato i parchi del Kenya, del Sudafrica, della Tanzania o del Botswana – mete di safari – i fan dei Big Five cercano un posto nuovo. E il Ruanda ha tutto ciò che si cerca.

Il territorio del Ruanda è prevalentemente montuoso. L’altitudine media è di 1.700 metri e la principale catena è quella dei monti Virunga. Questo è l’habitat naturale dei gorilla di montagna, una specie in via di estinzione. Inoltre, le montagne fanno da spartiacque fra i bacini dei due maggiori fiumi dell’area, il Nilo e il Congo. Sulle loro rive vengono ad abbeverarsi mandrie di animali di ogni specie. La zona pianeggiante che si trova a Est è invece caratterizzata da numerosi laghi e acquitrini paludosi, paradiso degli uccelli.

akagera-national-park-t

Il 14% circa del territorio fa parte dei due maggiori parchi nazionali del Paese, il più importante dei quali è il parco nazionale dell’Akagera, al confine con la Tanzania. Qui vivono elefanti, ippopotami, bufali, coccodrilli, zebre, antilopi e impala, ma anche tantissimi altri animali.

akagera-parco-ruanda-500

Proprio di recente sono stati reintrodotti i leoni e i leopardi. Il prossimo a essere introdotto sarà il rinoceronte, così che il parco ospiterà tutti i Big Five. Per la gioia dei turisti. I laghi all’interno della foresta, le paludi di papiri, le savane e i vulcani rendono l’Akagera una delle riserve più suggestive dell’Africa. È proprio questo parco il nuovo paradiso dei safari.

ruanda-safari-t

Il viaggiatore può far visita ai gorilla di montagna anche nel riaperto Parc National des Volcans, nel Nord Ovest del Paese. Inoltre, la foresta pluviale di Niungwe è probabilmente la foresta equatoriale di montagna meglio conservata di tutta l’Africa Centrale e presenta un particolare interesse faunistico per la presenza di nutrite colonie di scimpanzé.

vulcano-ruanda-t

Le seducenti risorse naturali del Ruanda offrono quindi un’esperienza davvero indimenticabile.

Raggiungere il Ruanda non è semplice. La compagnia aerea di bandiera, la Rwandair, parte da Bruxelles o Dubai e arriva nei due aeroporti principali del Paese, quello di Kigali e di Kamembe. Le città si stanno organizzando per ospitare i turisti e stanno sergendo i primi boutique hotel e nuovi locali alla moda.

kigali-ruanda-t

Safari: la nuova meta cult è il Ruanda