Oman dai mille splendori: è il momento giusto per visitarlo

Paesaggi da Mille e una Notte per uno dei luoghi più ricchi di itinerari turistici

Il terzo Paese più grande della penisola arabica è pronto a ricevere sempre più turisti. Paesaggi da Mille e una Notte per uno dei luoghi più ricchi di itinerari che si possa desiderare. Oman per tutti quindi, dagli amanti del trekking, che potranno scoprire il massiccio Hajjar, a quelli dei paesaggi desertici del Rub’al-Khali – detto anche  “quarto vuoto” in quanto la sua estensione copre un quarto della penisola arabica- e Sharqiyah Sands, con altissime dune di sabbia rosse, gialle, ocra e dorate, fino agli irriducibili della tintarella, potrete percorrere le vie dell’incenso partendo da Salalah – dove è appena stato inaugurato un volo diretto di Blue Panorama in partenza da Milano Malpensa – per arrivare fino a porto di Khor Rhori, dichiarato Patrimonio dell’Umanità Unesco.

Per i più avventurosi, ecco la possibilità di  scoprire in Oman le vie del passato, con due villaggi d’eccezione: Birkat al Mawz e Tawf. Qui avrete l’onore di vedere i dhow, le tipiche imbarcazioni utilizzate per la pesca e il commercio. Una volta in Oman non potrete certo permettervi di perdere i tipici souq, i mercatini, tra cui il principale è quello di Matrah a Muscat, ma non da meno sono quelli di Nizwa – antica capitale del Sultanato dell’Oman e situata nel punto di incontro delle piste dei carovanieri del Nord e del Sud – e Ibri o il souq dell’incenso di Salalah. Qui potrete fermarvi a parlare con la gente del luogo ed entrare a pieno titolo nella storia ascoltando racconti di miti e leggende della popolazione: un’esperienza da non perdere.

Passare per la capitale, Muscat, è quasi d’obbligo se si visita l’Oman. Nonostante sia una delle capitali più piccole del mondo, ne resterete affascinati. Qui nulla è più alto della torre del Muezzin e da qui potrete partire per escursioni d’incanto nelle valli o nei forti, nonché nel Palazzo del Sultano.

A Muscat non manca però la movida. Nella capitale la vita notturna è intensa e non andrete a cena prima delle 21.00-21.30. Ovunque troverete turisti mescolati agli abitanti e non mancheranno i bar con musica ad animare le notte arabe. La sera potrete fare una tranquilla passeggiata sul lungomare di Matrah ma anche visitare i souq di notte.

Sarà la natura comunque a stupirvi in Oman: 1.700 chilometri di costa paradisiaca per gli amanti del mare. Scogliere che precipitano nel blu intenso e panorami mozzafiato, paesaggi naturali incredibili – come la spiaggia creata da un meteorite -, tratti di barriere corallina e fauna ricchissima.

Incantevoli, poi, le nove isolette disabitate e circondate da giardini di corallo con una fauna acquatica da reportage. Nella spiaggia di Ras Al Jinz troverete le tartarughe marine giganti, dalla bellezza disarmante.

Se pensate però che l’Oman sia solo natura vi sbagliate, ecco che il lusso sbarca in questo luogo incontaminato. E non solo in città. Ha appena aperto l’Anantara Al Jabal Ahkdar Resort, il più alto resort a 5 stelle del Medioriente. Si trova a 2.000 metri sul livello del mare, sopra un canyon spettacolare. È il luogo perfetto per immergersi nella ricca cultura locale e scoprire il paesaggio montano dell’Oman. I guru di Anantara sono rinomati per mostrare l’autenticità della destinazione. Gli esperti “Mountains Guru”, infatti, provengono dai vicini villaggi e condividono le loro conoscenze sulla zona portando gli ospiti alla scoperta di tutti i paesaggi meno conosciuti.

Oman dai mille splendori: è il momento giusto per visitarlo