Incidenti aerei: i posti più sicuri sono quelli sul corridoio, lontano dai finestrini

Il Times ha pubblicato uno studio della Greenwich University su 105 incidenti e 2000 testimonianze di sopravvissuti

E’ tempo di vacanze e quando al check-in in aeroporto la hostess farà la solita domanda “finestrino o corridoio“, vi conviene rispondere corridoio, è una questione di vita o di morte.

Infatti lo studio della Greenwich University, pubblicato dal Times, ha decretato che i posti più sicuri per salvarsi da un aeromobile in fiamme sono quelli in testa, e non in coda, ed entro le cinque file vicine alle uscite di sicurezza.

I posti più rischiosi sono dalla sesta fila in poi rispetto alle uscite di emergenza.
Sono stati analizzati 105 incidenti aerei e sentite 2000 testimonianze di sopravvissuti a disastri aerei.

La percentuale di sopravvivenza? I passeggeri seduti nella parte anteriore del velivolo hanno il 65% di chance di scappare dalle fiamme contro il 53% dei posti in coda.
I posti sul corridoio hanno un tasso di sopravvivenza del 64% rispetto al 58% degli altri.

Alcune compagnie aeree, come per esempio la Virgin Atlantic, fanno pagare di più i posti sulle uscite di emergenza.
Ma ha più valore la vita di chi può permettersi di pagare? O di poter effettuare tutto online? Di’ la tua.

Incidenti aerei: i posti più sicuri sono quelli sul corridoio, lontan...