Ultimi trekking a Capraia

Le giornate d'autunno consentono di godersi l'isola dal punto di vista naturalistico

Capraia_1217Poche isole riescono a regalare la sensazione di trovarsi davvero lontani dalla terraferma come Capraia. Piccolo gioiello del Tirreno, sospesa a metà strada tra la costa toscana e la Corsica, è un posto magico, da veri intenditori, per chi ama la quiete e i silenzi. E per chi, alla vita mondana e allo struscio nelle località blasonate, preferisce le giornate all’aria aperta, scandite da percorsi di trekking, gite in barca e momenti di relax.

Proprio adesso, durante gli ultimi fine-settimana ancora tiepidi, scaldati dai piacevoli raggi di sole d’inizio d’autunno, l’isola regala ancora sensazioni magiche, prima di sprofondare nel lungo torpore invernale. E lo fa soprattutto grazie al suo ricco scrigno di sentieri che conducono alla scoperta di angoli incontaminati e bellissimi. Questa è l’essenza di Capraia, perla dell’Arcipelago Toscano, vero e proprio paradiso del trekking, dotata di una rete di camminamenti e mulattiere che conducono attraverso scalinate a splendide calette sugli scogli o all’interno dell’isola alla scoperta dei posti più selvaggi.

Un weekend o qualche giorno in più in questa stagione – lontana dall’eco della confusione estiva – sono un periodo ideale per andare alla scoperta dell’isola, con la sua macchia mediterranea che ancora sprigiona inebrianti profumi.

Non che il mare, intenso e blu, non sia protagonista in questo piccolo lembo di terra sospeso sull’acqua, ma soprattutto in questa stagione cede la scena all’entroterra, da cui, dopo lunghe risalite, si possono scorgere panorami impagabili. Dalla sua vetta (410 metro s.l.m.), dove si trovano i resti della costruzione metallica del vecchio osservatorio della Marina Militare, la vista spazia a Ovest sulla vicina Corsica, a sud su Elba e Montecristo e nelle giornate più limpide anche sulla costa toscana fino alle Alpi Apuane a Nord.

A fine giornata non resta che fare quattro passi per il piccolo paese, arroccato com’è ai piedi del Forte San Giorgio. Particolari sono le tipiche “case a torre“: sviluppate su tre livelli, affacciate sulle vie del borgo o direttamente sul mare, hanno pergolati, spesso di bouganville ma anche di vite, che ornano i muri esterni e gli ingressi. I colori pastello con cui sono dipinte o la bellissima pietra locale rendono ancora più affascinante questo angolo di Mediterraneo. Un segreto, la bellezza di Capraia, che gli aficionados custodiscono gelosamente.

Ultimi trekking a Capraia