Sopravvivere alle vacanze di Natale: consigli utili per il viaggio

Mai come in questi giorni per affrontare al meglio un viaggio è meglio non programmare troppo, ma essere previdenti

Un vecchio adagio recita che partire è un po’ morire. Sì, morire di freddo, di gelo, di sonno e qualche volta, nel peggiore dei casi, anche di fame e sete. Causa maltempo dell’ultima ora (leggi nevi abbondanti) e dirottamenti, per fortuna falliti, mai come in questi ultimi giorni per affrontare al meglio un viaggio è meglio non programmare troppo, ma essere soprattutto previdenti. Oltre che molto pazienti e anche un po’ fortunati.

Un volo annullato, un treno soppresso o un’autostrada bloccata possono rovinare le tanto agognate ferie natalizie. Come sopravvivere allora in un vagone gelido, in una sala d’aspetto super affollata per ore e ore o a bordo della propria vettura in panne? Di seguito qualche consiglio su cosa mettere in valigia, nel bagaglio a mano o nel bagagliaio della propria automobile per sopravvivere al viaggio più sventurato e alle emergenze più catastrofiche.

Partendo dalla regola che è sempre meglio viaggiare leggeri, è molto importante non dimenticare di portare con sé alcune cose, che potrebbero rivelarsi fondamentali lungo il viaggio e risolvere anche il più piccolo problema.

In generale mai dimenticare una batteria carica di ricambio per il cellulare, un coltellino svizzero e una torcia. Vista la stagione in cui ci troviamo, meglio non farsi poi mancare maglioni di lana pesante e coperte di pile. Indispensabile, poi, soprattutto se si viaggia con bambini piccoli, un mini kit di pronto-soccorso con una scorta di medicinali, che usate abitualmente a casa. E poi, i soliti rimedi per i viaggiatori: un antipiretico, qualcosa contro la dissenteria e un termometro digitale.

Nel caso in cui si sia obbligati a sostare per un lasso di tempo imprecisato nella sala d’aspetto di un aeroporto o di una stazione ferroviaria, meglio non dimenticarsi di aggiungere nel trolley un po’ di biancheria di ricambio. In questi casi è ottima quella usa e getta. Per affrontare il freddo, vestirsi a strati e non farsi mancare capi caldi, oltre che comodi.

Se si parte in auto, meglio controllare di avere a bordo catene da neve, raschietti o prodotti spray anti-ghiaccio e un navigatore satellitare. Quest’ultimo potrebbe aiutarvi a trovare una strada alternativa. E per non soffrire fame e sete? Scorte di acqua, integratori alimentari, biscotti secchi, frutta secca e bustine di zucchero. E se proprio temete il peggio procuratevi bevande calde istantanee, che vi aiuteranno a resistere alla situazione più estrema.

Sopravvivere alle vacanze di Natale: consigli utili per il viaggi...