Quesiti strani in viaggio

Turisti da tutto il mondo e per tutto il mondo incappano in gaffe eclatanti, che suscitano ilarità e, spesso, risposte ancora più divertenti

Non bastano mappe e guide turistiche per visitare le capitali più famose o le città più sperdute di un Paese. A volte ci vuole anche buon senso e un minimo di cultura generale. Che, ahimé, troppo spesso vengono a mancare. Ed ecco che turisti da tutto il mondo e per tutto il mondo incappano in gaffe eclatanti, che suscitano ilarità e, spesso, risposte ancora più divertenti. Alcune sono state evidenziate da Lonely Planet e Telegraph, che hanno raccolto i dilemmi più strani fatti agli uffici turistici. E non solo.

Una volta giunti davanti alle celebri cascate canadesi, c’è chi ha chiesto: “La sera a che ora spegnete le Cascate del Niagara?”. Se davanti a una domanda così ridicola qualcuno sarebbe rimasto sbigottito, una signora risponde con serietà: “Alla stessa ora in cui arrotoliamo le strade e mettiamo via gli alberi”.

In Australia invece un viaggiatore ha chiesto a un ufficio turistico dove potesse vedere i canguri lungo la strada? La risposta è stata lapidaria: “Dipende da quanto lei ha bevuto”. Ma, sempre qui, si scoprono due altre domande davvero particolari: “In Australia vendono il latte tutto l’anno?” e “Si possono indossare i tacchi?”. In questo caso gli interlocutori hanno preferito non rispondere. E capiamo bene il perché.

C’è invece chi, a bordo di una nave da crociera, chiede al cameriere cosa sia il caviale. Domanda lecita, dopotutto. Ma davanti al responso “sono uova di pesce”, la richiesta è stata spiazzante: “Allora le vorrei sode, grazie”. Persone diverse, ma situazione analoga, sempre on the boat: “Ma dal piano superiore si riesce a vedere meglio l’equatore?”.

In Inghilterra due domande su tutte vincono il premio sulle assurdità anglosassone: c’è chi chiede l’orario dello spettacolo circense nella zona Piccadilly di Londra e chi, durante una visita al Castello di Dover, nel Kent, fa una domanda davvero acuta: “A che ora si spegne la nebbia fuori?”. E a una guida turistica hanno chiesto: “Perché il Castello di Windsor è stato costruito sulla traiettoria di volo di Heathrow?”.

Ma parliamo anche della nostra Italia, con chicche davvero sensazionali: c’è ancora qualcuno al mondo che non ha capito che il Colosseo di Roma è chiuso, e chiede: “Scusi, a che ora combattono i gladiatori?” oppure “A che ora inizia la corsa delle bighe?”. Per terminare con chi, dopo una passeggiata per tutto il centro storico romano, desidera ritemprarsi e farsi massaggiare di fango alle Terme di Caracalla. E sì, succede anche questo.

Quesiti strani in viaggio