VéloViso, in bici nelle terre del Monviso

Il Monviso è una delle cime più affascinanti del mondo e ora è nato il progetto di cicloturismo che attraversa le sue terre: si chiama VéloViso

VéloViso-in-bici-nelle-terre-del-Monviso

Fonte: Visitmove

Questa è una novità dedicata a tutti gli amanti del turismo attivo e delle due ruote: sono nati infatti i percorsi ciclabili che attraversano le terre del Monviso tra Italia e Francia e si chiamano VéloViso. Le valli montane e le cime che sono state protagoniste del Giro d’Italia e del Tour de France sono ora a portata di tutti grazie a questi itinerari cicloturistici che accompagnano i visitatori alla scoperta di una terra unica al mondo. Sport, natura, enogastronomia e cultura: il Monviso non è solo una montagna ma rappresenta l’identità del territorio cuneese con fulcro nella cittadina di Saluzzo e accompagna i viaggiatori oltralpe, passando il confine francese.

Sono circa 125 gli itinerari percorribili per un totale di 3000 km che si snodano sia su strada, sia su sterrato. In particolare, nel versante italiano ci sono 36 percorsi, di cui 21 per mountain bike, 9 destinati al cicloturismo su strada o su percorso misto e 6 pensati per le famiglie. Tutti i percorsi sono perfettamente attrezzati per ogni necessità del turista: riparazione, pulizia e deposito bici, noleggio bici con pedalata assistita. La parte italiana riguarda il versante del Monviso che ha ottenuto da poco il riconoscimento come area MaB Unesco e coinvolge tra tutte la cittadina di Saluzzo, nella sua eleganza e nel suo ampio patrimonio culturale. I cicloturisti che percorrono gli itinerari VéloViso andranno anche alla scoperta dell’antica cultura occitana che in queste valli montane, in particolare nella Valle Maira e nella Valle Varaita, raggiunge il suo massimo splendore. Musica, danze e rievocazioni storiche uniche al mondo, come quella di Sampeyre, l’incursione dei saraceni nella valle: la cultura occitana è un patrimonio di conoscenze e tradizioni dal valore inestimabile ed è impossibile non rimanerne affascinati!

Infine, gli amanti dell’enogastronomia possono seguire i consigli dell’Atlante dei Sapori che fa sempre parte del progetto transnazionale VéloViso e propone una guida enogastronomica di questi territori: cosa mangiare, dove mangiare, dove fare acquisti e quali sono le ricette tipiche. L’Atlante dei Sapori è una guida super dettagliata realizzata dall’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo ed è l’inseparabile compagna di viaggio di ogni cicloturista che si lancia all’avventura in queste terre uniche al mondo.

VéloViso, in bici nelle terre del Monviso