La pista ciclopedonale Spoleto-Norcia: il paradiso dei ciclisti

L'ex-ferrovia Spoleto-Norcia diventa una pista ciclopedonale

Dopo circa cinquant’anni di inattività e oblio l’ex ferrovia Spoleto-Norcia, in Umbria,  rivede finalmente la luce. Si trattava di una ferrovia progettata già a partire dal 1909, ma che potè essere inaugurata soltanto nel 1926. La durata del viaggio era complessivamente di circa due ore.

Durante la Seconda Guerra Mondiale i binari vennero danneggiati dai bombardamenti, e infine il Presidente della Repubblica Scalfaro decretò la chiusura della ferrovia, sostituendo il trasporto su rotaie con quello su gomma. Il tratto ferroviario che collegava le due città è stato oggi rivalutato e trasformato in una pista ciclopedonale per la gioia di tutti gli amanti della bicicletta e delle passeggiate ecologiche.

In un mondo sempre più stressante e inquinato è un bene che nel nostro Paese si riesca a valorizzare percorsi di questo tipo, che altrimenti resterebbero sconosciuti e inutilizzati. La nuova pista ciclopedonale, dunque, copre l’intero percorso della vecchia ferrovia e si snoda lungo un arco di ben 51 km.

Il tragitto da percorrere è tutta un’avventura: ci sono ben 19 gallerie da attraversare, e ventiquattro ponti e viadotti dai quali è possibile ammirare il verde e la natura. La leggera pendenza dei binari rende il tragitto adatto anche a chi voglia fare oltre a una passeggiata rilassante, un po’ di sano esercizio fisico.

Per quanto riguarda invece i ciclisti bisogna avvertire che si tratta di un percorso piuttosto complesso perché non ha una conformazione ad anello, quindi prima di intraprenderlo siate certi di essere ben allenati. Sebbene l’ex-ferrovia possa essere percorsa in entrambi i sensi di marcia si consiglia, soprattutto a chi si trova ad affrontare il tragitto per la prima volta, di partire da Spoleto.

Le gallerie di Caprareccia e Sant’Anatolia sono infatti molto difficili da affrontare in salita. Inoltre si consiglia di tenere sotto controllo la strada e trovare punti di riferimento precisi dal momento che la segnaletica stradale è completamente assente e la paesaggistica e pressoché analoga. Prestate attenzione dunque per evitare di perdervi.

La trasformazione dell’ex-ferrovia Spoleto-Norcia in una pista ciclopedonale è stata davvero un’idea felice, ottima per trascorrere una o più giornate piacevoli ammirando le gallerie, i corsi d’acqua e attraversando la splendida città di Spoleto. Ad oggi i lavori continuano: al momento infatti solo 39 dei 51 chilometri totali possono essere percorsi da ciclisti e pedoni.

Guarda le altre piste ciclabili dell’Umbria o delle altre regioni d’Italia

La pista ciclopedonale Spoleto-Norcia: il paradiso dei ciclisti