In bicicletta nella Valle del Pescia, nel cuore della Valdinievole

Un tour in bicicletta da Pescia al Padule di Fucecchio, alla scoperta di paesaggi incredibili e borghi di straordinaria bellezza

La Svizzera Pesciatina è una caratteristica zona toscana che si estende sull’Appennino Pistoiese, su un territorio prevalentemente montuoso. L’itinerario “Valle del Pescia”, da percorrere in bicicletta, collega questo territorio e le Colline Lucchesi con il Padule di Fucecchio, la più grande palude italiana, ricca di flora e fauna di grande interesse naturalistico.

Qui si pedala tra campi di ulivi e boschi di castagni e borghi di straordinaria bellezza. Partendo da Pescia, nel cuore della Valdinievole, si scende sul lungofiume, passando sotto il Ponte Europa e il Ponte del Marchi, e da qui raggiungendo il Ponte della Ferrovia. Si attraversa poi la Passerella Furicaia, sopra l’omonimo torrente che s’immette nel Pescia di Pescia, il fiume che attraversa la parte occidentale della Valdinievole, in provincia di Pistoia.

Il percorso, perfettamente segnalato, prosegue per il Ponte Severini, il Ponte Uzzanese, e il Ponte Camporcioni.
Da qui, si raggiunge l’abitato di Ponte Buggianese, tranquillo borgo di pianura immerso nella verde Valdinievole, rinomato tra i cicloturisti per il caratteristico Padule di Fucecchio. Nel cuore del paese vi imbatterete nel suggestivo Museo del Santuario della Madonna del Buon Consiglio.

Una volta raggiunto il ponte di Mingo, si può pedalare all’ombra dei pioppi, lasciandosi alle spalle l’argine del fiume fino ad arrivare alla Riserva Naturale della Monaca-Righetti, che si estende per una superficie di circa 200 ettari. Le paludi sono lo scenario ideale per apprezzare uno dei più straordinari fenomeni del mondo animale: la migrazione degli uccelli. Il percorso perfetto per chi ama viaggiare in bicicletta ed è appassionato di birdwatching. Qui si ha la possibilità di osservare specie come il Germano reale, la Folaga e la Gallinella d’acqua.

Proseguendo per ampi campi coltivati, vi ritroverete a costeggiare Fosso del Vescovo, per poi raggiungere Ponte alle Ragnaie e Ponte alla Guardia, da cui si ripercorre a ritroso l’argine fino a tornare nuovamente a Pescia. Vale la pena anche un tour in bicicletta di questa ridente cittadina, rinomata per la floricoltura, la produzione della carta, la frazione di Collodi (località in cui Carlo Carlo Collodi, all’anagrafe Carlo Lorenzini, trascorse parte dell’infanzia) e per il Palo dei Rioni, gara di tiro con l’arco con relativo corteggio storico che vi si tiene ogni prima domenica di settembre.

Guarda le altre piste ciclabili della Toscana o delle altre regioni d’Italia

In bicicletta nella Valle del Pescia, nel cuore della Valdinievol...