La balconata del Monte Bianco è il sentiero più bello d’Italia

Una terrazza panoramica naturale da cui ammirare in tutta la sua maestosità il Monte Bianco, la montagna più alta d’Europa

Una terrazza panoramica naturale da cui ammirare in tutta la sua maestosità il Monte Bianco, la vetta delle vette, la montagna più alta d’Italia e d’Europa, che con i suoi 4.810 metri di altezza domina le Alpi.

La balconata del Monte Bianco è il percorso più bello da fare in Italia a primavera, quando il sentiero, con lo sciogliersi della neve, diventa accessibile.

Si tratta di una passeggiata facilissima e fattibile da chiunque, anche i meno esperti. Un trekking affacciato su due delle vali alpine più suggestive della Valle d’Aosta, la Val Vény e la Val Ferret, da cui godere di scorci mozzafiato del Tetto d’Europa.

La Val Veny, detta anche il Balcone sul Bianco, è un trekking classico, che unisce i sentieri dall’Arp Vielle al Col Chécrout passando per il Mont Fortin e Chetif. È uno dei migliori itinerari per godere di Sua Maestà il Monte Bianco in tutta la sua imponenza e a distanza ravvicinata.

La camminata è di fatto un anello: si parte dalla Visaille in Val Vény, passando per il sentiero del Mont Fortin, si incontrano i laghetti alpini delle acque color smeraldo dei Vesses e del Col Chécrout fino ad arrivare al rifugio Maison Vielle.

Questo trekking è un buon modo per vivere il comprensorio sciistico anche con la bella stagione. Una volta arrivati alla Maison Veille, si può scegliere se proseguire a piedi verso la Val Vény oppure fermarsi per un bagno ristoratore e una sauna nella piscina alpina di Plan Chécrouit.

La balconata della Val Ferret è uno spettacolo nello spettacolo: qui il panorama la fa da padrone. Si percorre il sentiero n.1 (TMB) che si affaccia sul Monte Bianco e la catena montuosa è così vicina che sembra poter toccare la neve delle Jorasses e il granito del Dente del Gigante con le dita.

L’itinerario prevede diversi sentieri e varianti più o meno difficili e impegnative (Mont de la Saxe, Col de Malatrà, Valle Arminaz). La via classica e più semplice parte da Planpicieux e arriva al Rifugio Bertone. Da qui, giunti alla baita di Leuchey, si imbocca un sentiero pianeggiante immerso tra prati punteggiati di rododendri e pascoli fino al Rifugio Bonatti. Dal Rifugio Bonatti si riparte verso l’Apr Nouvaz in discesa.

Fuori stagione è facile incontrare cervi e caprioli che amano sostare sui prati che lambiscono il sentiero. Davvero una passeggiata imperdibile.

Il migliore punto di partenza per raggiungere la passeggiata è da La Thuile, regina degli sport invernali, ma anche paradiso del trekking, dell’alpinismo, della mountain bike e delle passeggiate estive.  Tra gli eventi più importanti dell’estate, La Thuile Trail (1 luglio 2017), un percorso di 25 km con 1.800 metri di dislivello ,che permette ai trailer di conoscere il territorio, di imbattersi in importanti testimonianze storiche e di godere di scorci panoramici mozzafiato, e la gara di Superenduro, che vede impegnati, il 16 luglio, i biker sugli emozionanti tracciati del Bike Park di La Thuile.

La balconata del Monte Bianco è il sentiero più bello d’I...