Alaska: alla scoperta del nord con una slitta trainata dagli husky

Viaggiare in Alaska a bordo di una slitta trainata da cani è il sogno di grandi e bambini: ecco come vivere questa esperienza unica

Gli amanti del grande Nord e dell’inverno troveranno questa esperienza di viaggio davvero imperdibile: in Alaska si può viaggiare a bordo di una slitta trainata da husky e scoprire tutte le meraviglie che la natura può riservare. Tutti possono lanciarsi in questa incredibile avventura, a patto però che si abbia la giusta attrezzatura e si prenoti con il giusto anticipo.

Questa disciplina è chiamata sleddog e negli ultimi anni si è diffusa in numerose zone fredde del mondo, Italia compresa. Lo sleddog, che un tempo era il mezzo di trasporto più diffuso tra le popolazioni che vivevano al Nord, può essere praticato sia a livello amatoriale, sia agonistico. Le slitte vengono solitamente trainate da un minimo di 8 a un massimo di 20 cani, ciascuno dei quali ha il proprio ruolo e il cane guida viene chiamato “musher”. Molti dei tour in slitta partono da Anchorage, la città principale dell’Alaska, e conducono alla scoperta di località turistiche come il Denali Park, Fairbanks, Girdwood e Juneau.

Le guide fanno solitamente un briefing per spiegare ogni singolo dettagli ai viaggiatori che vogliono lanciarsi in questa avventura. Durante il mini corso vengono illustrate tutte le tecniche di guida e i possibili imprevisti che si possono incontrare. In seguito si fanno alcune prove: per prima cosa si posizionano i piedi ancorati sui pattini e si mettono le mani sulla barra. I passeggeri si posizionano seduti e coperti, infine si lascia fare tutto ai cani che sono già perfettamente addestrati e sanno che percorso seguire. A volta si può frenare un po’ in discesa per evitare di raggiungere velocità eccessive ed essere sbalzati fuori dalla slitta.

Questa attività sta raccogliendo sempre più interesse da parte dei visitatori di tutto il mondo che scelgono l’Alaska come meta delle proprie vacanze invernali per ammirare paesaggi incontaminati e fuggire dallo stress. Durante alcuni di questi tour, oltre ad ammirare le vette innevate, come quella del Monte McKinley, e i boschi infiniti, si può osservare anche la fauna locale, seguendo le orme lasciate sulla neve da alci, volpi, pernici bianche o conigli artici. Il periodo migliore per fare un tour in slitta è da novembre ad aprile e le esperienze possono durare da un’ora e mezza a un massimo di 5 giorni.

Alaska: alla scoperta del nord con una slitta trainata dagli husk...