Vacanze in famiglia a Korcula: il bello delle isole dalmate

Cosa fare a Korcula, in viaggio in famiglia: dalle spiagge di Luka Korculanska alle passeggiate sul monte Klupca; magari nei giorni del carnevale in maschera.

L’isola di Korcula (Curzola) è considerata fra le più belle isole della Dalmazia. Con la una superficie di 271,46 chilometri quadrati è la maggiore dell’arcipelago delle isole dalmate dette Curzoline. Vicina alla terraferma e alla penisola di Peljesac, è raggiungibile con circa 15 minuti di traghetto. Le bellezze architettoniche e artistiche dell’isola di Korcula così come le sue tradizioni – tra tutte, il ballo popolare chiamato Moresca – si devono all’influenza dei tanti popoli e delle tante culture che l’hanno abitata dai greci agli illiri e romani, e più tardi i veneziani.

Partendo dalla località di Orebic si può raggiungere con il traghetto il centro di Korcula. La città è un esempio di borgo medievale molto ben conservato. La porta di accesso, detta Veliki Revelin, così come le mura antiche e i suoi palazzi regalano agli occhi del visitatore uno scenario davvero suggestivo. La cattedrale di San Marco è una chiara testimonianza dell’influenza veneziana sull’isola; il suo interno è diviso in tre navate; la pala d’altare che rappresenta i santi Marco, Girolamo e Bartolomeo risale alla metà del XV secolo ed è attribuita a Tintoretto.

Per chi ama il sole e il mare e viaggia in famiglia, suggeriamo la spiaggia di Luka Korculanska, poco distante dal centro storico di Korcula. In prossimità della riva i fondali sono bassi e il mare aumenta di profondità in modo graduale: in tal modo è accessibile anche ai bambini che stanno imparando a nuotare. L’isola di Korcula è il paradiso degli amanti della barca a vela e del windsurf; grazie alle correnti che si creano attorno all’isola grandi e piccini possono divertirsi e fare sport in questo mare limpido. Inoltre, vicino alla baia di Vela Luka i fondali marini profondi attirano gli appassionati di immersioni e di snorkeling.

Per chi coltiva la passione per la natura, ci sono sentieri adatti a tutte le esigenze per piacevoli camminate nel verde. A circa 12 km da Korcula, nella parte orientale dell’isola, si può raggiungere Pupnat che è considerato il punto di partenza per diverse escursioni e arrampicate sul monte Klupca, nonché di passeggiate nella rigogliosa macchia mediterranea.

Per far conoscere le bellezze dell’isola ai vostri bambini, programmate poi un itinerario di visita dei villaggi. A 30 minuti da Korcula centro, ad esempio, si raggiunge Lumbarda, con le sue case costruite in pietra e alcune ville risalenti al XV secolo appartenute alle famiglie nobili di Korcula. Un tempo dedita all’agricoltura e alla coltivazione della vite, la popolazione di questa località ha saputo sviluppare l’offerta turistica sfruttando alle sue belle spiagge e la possibilità di escursioni nei dintorni.

Se amate l’idea di farvi permeare dalle tradizioni dell’isola di Korcula, potrete ritagliarvi un po’ di tempo per visitare alcuni fra i centri più importanti dell’isola ovvero Zrnovo, Cara, Smokvica e Blato. Proprio a Blato, le associazioni presenti sul territorio promuovono i prodotti locali, in particolare olio e vino. I più piccoli potranno conoscere i segreti della lavorazione di olive e uva visitando un frantoio e una cantina di notevoli dimensioni. Degna di visita anche la chiesa parrocchiale di Blato, che all’interno custodisce un altare in legno dipinto da Girolamo Santacroce.

Informatevi sui festival e gli eventi in programma nelle varie cittadine di Korcula, durante i quali gruppi folcloristici locali in costumi tradizionali – quelli colorati, “della domenica” – cantano e ballano vecchie danze. Se al tramonto siete nei pressi delle rive di uno dei villaggi potrete assistere ad un momento unico. Alcuni abitanti si radunano e danno vita al coro (Klape) intonando brani di musica popolare semplicemente per il piacere di cantare e raccontarsi.

Altra escursione di una giornata nell’isola di Korcula da non perdere è quella alla magnifica baia di Vela Luka, centro turistico che si trova nella parte occidentale della costa. Grazie al suo clima mediterraneo, è la destinazione più gettonata. Tra le sue attrattive ci sono il centro culturale, il museo, la galleria e la biblioteca civica.

A piedi o in bicicletta, portate i vostri ragazzi ad ammirare la baia di Gradina, a 4 chilometri dal centro; grazie al fondale basso si creano sul mare svariate sfumature di colori che vanno dal verde al turchese. Il 24 giugno in occasione della festa di San Giovanni viene organizzata una regata da Gradina fino al centro cittadino.

Dalla metà di gennaio fino al mercoledì delle Ceneri tutta l’isola festeggia il Carnevale. In ogni località si organizzano spettacoli mascherati per bambini e adulti. Il martedì grasso conclude il Carnevale tenendolo “a processo”, in quanto colpevole di ciò che di sgradevole è successo nell’anno trascorso: il fantoccio del Krnoval viene condannato al rogo e bruciato. Seguono i festeggiamenti di rito, mangiando e brindando in allegria.

L’estate è sicuramente la stagione migliore per visitare Korcula, ma il clima mite e mediterraneo fa sì che l’inverno non sia mai troppo rigido; a gennaio le massime sono attorno a 10-12 gradi e le minime molto raramente si avvicinano a 0 gradi, poiché le montagne della penisola di Pejsac offrono un ottimo riparo dai freddi venti dei Balcani. Insomma, una località per un viaggio in famiglia tutto l’anno.

Vacanze in famiglia a Korcula: il bello delle isole dalmate