Castelli: passaggi segreti e sotterranei delle fortezze italiane

Misteri e leggende si nascondono sotto i castelli

Fortezze, castelli e manieri sono maestosi sopra e misteriosi sotto. In molti edifici italiani ci sono sotterranei da scoprire, per conoscere più a fondo la storia e le leggende dei castelli e dei nobili che li abitavano.

Castel Sant’Angelo, Roma
Sotto al Cortile della Balestra tramite una porticina arcuata si accede ad un grande ambiente, detto il parlatorio. Attraversato questo primo grande locale si passa in un corridoio semicircolare sul quale, attraverso delle porte bassissime, si aprono tre anguste celle.

Castello Sforzesco di Milano
L’itinerario si inoltra nei cunicoli protetti che consentivano di raggiungere, anche in sella a un cavallo, i più esterni avamposti difensivi, costituendo, in caso di necessità, una via di fuga verso la campagna. Una vera e propria strada segreta, chiamata anche “Strada coperta della Ghirlanda”.

Castello di Brescia
Nella storia della città di Brescia il suo castello, dall’alto del Colle Cidneo, è servito da baluardo difensivo proprio per la sua posizione e per la presenza di passaggi segreti, il castello è spesso citato come “Falcone d’Italia” per la posizione alta sulla città, e si tratta di uno dei più vasti complessi fortificati della penisola con i suoi 75.000 mq racchiusi entro la cinta muraria.

Castello di Casale Monferrato, Alessandria
Il castello di Casale Monferrato fu costruito nel 1357. Quando Casale assunse un ruolo di capitale, all’interno del marchesato del Monferrato, anche il Castello, sede della corte, cambiò volto. Si tratta senza dubbio di una delle opere d’ingegneria militare tra le più interessanti che si siano realizzate.

Castello d’Albertis di Genova
Domina la città di Genova con la sua imponente bellezza di maniero ottocentesco. Il castello nasconde anche una rete di passaggi, sotterranei e percorsi tra le torri. Il passaggio segreto principale arriva al porto, e fu usato per avere una via di fuga direttamente al mare o per inviare messaggi urgenti.

Castello di Soncino, Cremona
L’accesso alla rocca era permesso attraverso due diversi ponti levatoi, uno carrabile e l’altro pedonale. Dal cortile si ha l’accesso alle segrete dei sotterranei.

Castello Carlo V a Lecce
Il castello Carlo V è la principale fortificazione di Lecce, posta sul tracciato orientale della cinta muraria. La struttura conserva l’originale impianto trapezoidale, con quattro imponenti bastioni angolari a punta di lancia. Corridoi, scale, cunicoli e stanze sono nascosti all’interno del Castello di Lecce.

Castello Svevo di Barletta
E’ possibile accedere ai sotterranei attraverso due scalinate poste nel cortile: una ad Est e l’altra sul lato Sud. I cunicoli conducono a diverse casematte, una in particolare a pianta circolare.

Castello di Peschici, Foggia
La roccaforte fu costruita in epoca medievale per garantire le terre garganiche dalle incursioni saracene, ma nel corso dei secoli ha subito diversi rimaneggiamenti. E’ possibile inoltrarsi nei suoi sotterranei per rivivere la suggestione di antiche vie segrete in pietra viva.

Castel di Lagopesole, Avigliano (Potenza)
Si erge massiccio e solitario in cima ad un colle sulla valle di Vitalba, ha origini normanne. Federico II tra il 1242 e il 1250 che lo usò come residenza di caccia, poi gli Angioini ne fecero una fortezza militare. In prossimità di una delle torri, quella Nord-ovest vi è una stanza chiamata la “stanza segreta”.

Castelli: passaggi segreti e sotterranei delle fortezze italiane