Turismo estremo: viaggi da brivido

Alcune delle più interessanti proposte disponibili per chi in viaggio cerca l'adrenalina

Diceva Ernest Hemingway: «Le corse in auto, le corride e l’alpinismo sono gli unici veri sport? Tutti gli altri sono solo giochi». Se siete della sua stessa opinione, cioè che sono l’adrenalina e quel minimo di rischio a rendere unica un’esperienza, a trasformarla in avventura, allora non potrete sottrarvi dal provare alcune delle più interessanti e originali bizzarrie in fatto di turismo estremo. Il sito americano Forbes.com, specializzato in classifiche e chicche, ha scovato e provato alcune delle più interessanti proposte disponibili oggi sul mercato. Avventure da brivido (e in alcuni casi anche rischiose o disagevoli) per aria, terra e mare spendendo cifre che variano da poche migliaia a molte migliaia di dollari.

IN AUTO COME HAMILTON
Si parte, quindi, a gran velocità con la Racing School di Phoenix, Arizona, per imparare a guidare una vettura da Formula Uno su una pista d’asfalto piena di curve e tornanti. In alternativa, se si desidera cimentarsi su una strada retta, ma molto più scivolosa del solito, allora bisogna provare la famosa Bonneville Salt Flats, in a Utah. In entrambi i casi viaggerete a velocità impossibili col battito del cuore a mille.

PER MARE E TRA GLI SQUALI
Per gli amanti del mare, esiste il Super Boat International che gestisce gare, come l’IndyCar, ma su barche a sigaretta ad alta, altissima velocità. Come alternativa si può optare per immersioni adrenaliniche alla scoperta di relitti in acque spesso frequentate da squali e organizzate dalla Expeditions Mad Dog, con sede a New York, o volare dentro l’oceano con sottomarini personali dotati di sistema Sub Aviator.

AL POLO NORD, PER UN TUFFO
Si può poi partire sulle orme di Robert Peary e Frederick Cook, i primi a raggiungere il Polo Nord, un secolo fa. Oggi infatti grazie alla Quark Expeditions (con sede a Darien, in Connecticut) è possibile raggiungere l’Artide a bordo della Victory, rompighiaccio russa a propulsione nucleare. Per 30 mila dollari avrete a vostra disposizione una delle cabine più economiche, ma anche i pasti preparati da ottimi chef austriaci, e un bar ben fornito di tutto che funge anche da luogo di ritrovo per i moderni “esploratori” che qui, fra un bicchierino e l’altro, si scambiano i ricordi dei loro sforzi del passato. E i più coraggiosi (o i più folli) possono anche concedesi il tuffo polare: un bagno senza muta nell’acqua a una temperatura di circa -2 gradi Celsius. Un’esperienza unica, dice chi l’ha provato, capace di rinforzare il fisico e di rigenerare la mente anche se la priorità rimane sempre la sopravvivenza!

VERSO L’INFINITO E OLTRE
Se tutto questo dovesse risultare un po’ troppo terrestre, si può sempre considerare lo spazio. La Zero-G Corp di Las Vegas offre ai suoi clienti la possibilità di provare la totale assenza di peso, su un volo parabolico a bordo di un Boeing 727. Prezzo: 5 mila dollari, ma se si è disposti a sborsare diverse migliaia di dollari in più, la Zero-G dice di poter anche garantire la presenza di Buzz Aldrin, il secondo uomo sulla Luna, per studiare e organizzare un volo privato.

GETTARSI NEL VUOTO: CHE LIBERTA!
Volete volare ma nell’atmosfera terreste? Dimenticate lo skydiving: oggi la novità assoluta è l’ High Altitude Low Opening (HALO) un paracadute in tandem col quale ci si lancia da 30.000 piedi, indossando una maschera per l’ossigeno e un vestito caldo. Il volo a caduta libera dà una sensazione indescrivibile, che dura per circa due minuti prima che l’istruttore tiri il cavo di scivolo a poche centinaia di metri dal suolo.

COL NASO DENTRO IL VULCANO
L’estremo opposto è un giro in elicottero 500 piedi sopra Kilauea, il vulcano attivo delle isole hawaiane. Se la prima avventura è incredibilmente fredda (- 34 gradi al momento del lancio), la seconda è incredibilmente hot (circa 55 gradi) senza considerare che essendo un elicottero senza porte in genere ci si sporge per scattare fotografie e si corre il rischio di venir abbagliati dall’intensa luce arancione della lava fusa.

BIZZARRIE PER RICCONI
Infine ci sono anche i brividi di lusso, piccole dosi di adrenalina a grandi prezzi: escursioni in Sud Africa per fare il bagno coi coccodrilli o con gli squali (tenuti a debita distanza da una griglia di metallo), o nel Canada occidentale, (Nimmo Bay) dove di giorno ci si concede un avventuroso tour in elicottero, un trekking estremo, ma anche semplicemente pescare e nuotare, mentre la serate cedono il passo a vassoi pieni di coccolati e ricchi piatti da gourmet! Certo, ci sono naturalmente anche avventura più pericolose e più costose, come ad esempio un giro da 30 milioni dollari per la Stazione spaziale internazionale a bordo di un razzo Soyuz, o una salita guidata della vetta più alta del mondo, il Monte Everest, al prezzo di 70 mila dollari. Ciò che è certo è che tutti questi viaggi richiede tempo, denaro, formazione e una certa dose di “cojones”. Ne avete già provata una di queste? Hemingway ne sarebbe fiero!

Turismo estremo: viaggi da brivido