In vacanza con il gatto: quali sono le cose da non fare

Alcuni consigli su cosa fare e su cosa non fare per andare in vacanza con il gatto e trascorrere piacevoli momenti insieme

 

Arriva la stagione estiva e a molti di voi potranno servire alcuni consigli su cosa fare e non fare per andare in vacanza con il gatto. Prima di partire e affrontare qualsiasi viaggio, è bene sapere quali sono le cose corrette e quelle errate, per evitare di trasformare la propria vacanza in un incubo. In vacanza con il gatto potrebbe succedere di tutto, perché questo è l’animale domestico più sensibile ed esigente al mondo. La prima abitudine dei felini è, ad esempio, quella di marcare il territorio, per cui, trovandosi in un luogo sconosciuto, potrebbero sentirsi disorientati. E’ importante non tralasciare questo dettaglio e portare qualcosa che appartiene al vostro peloso, come una coperta o un gioco, in modo che possa sentirne l’odore e stare tranquillo il più possibile.

In vacanza con il gatto viaggi e soste

Andare in vacanza con il gatto significa anche scegliere di partire con il mezzo che gli rende lo spostamento più semplice e meno stressante, come ad esempio la macchina, che permette di poter aspettare i suoi tempi. Non costringetelo assolutamente a stare in un luogo che non ha ancora visibilmente accettato, bensì aspettate che sia lui a salire, odorare e convincersi autonomamente che non ci siano rischi. Una volta visto che tutto procede per il meglio, non partite senza prima avergli dato un rinforzo positivo, in modo da fargli capire che avete apprezzato il suo comportamento e che tutto andrà bene. Viaggiando in macchina, sarete anche liberi di fermarvi quando volete ed è bene che non aspettiate troppo tempo per fare la prima sosta, perché è importante per i gatti avere del tempo a disposizione, sia per i bisogni, sia per mangiare o bere. Prima di partire in vacanza con il gatto assicuratevi che abbia fatto tutti i vaccini importanti, soprattutto se avete scelto mete particolari o località estere.

In vacanza con il gatto: quali sono le cose da non fare