Manhattanhenge, a New York il tramonto più suggestivo del mondo

Capita solamente due volte l'anno e solo tra i grattacieli di New York City

Capita solamente due volte l’anno: il 30 e 31 maggio e il 12 e 13 luglio, e solo a New York. Qui, a Manhattan, al centro della Grande Mela, si può assistere a uno dei tramonti più suggestivi del pianeta, che accomuna la metropoli a Stonehenge, in Inghilterra.

E’ il Manhattanhenge, ovvero il solstizio di Manhattan, un fenomeno in cui il tramonto del Sole si allinea perfettamente con le strade che attraversano il quartiere newyorkese in direzione Est-Ovest.

Manhattanhenge è diventato un evento da non perdere per i turisti (e non solo), che ogni anno si radunano a New York per ammirarlo e fotografarlo. I punti giusti da cui godersi al meglio lo spettacolo sono la 14esima, 23esima, 34esima, 42esima , 57esima strada e le parallele vicino a queste ultime.

Ma è ugualmente suggestivo trovarsi al momento del tramonto anche sull’Empire State Building e sul Chrysler Building, con vista sulla 34esima e la 42esima strada.

Il primo a osservare e a far conoscere il fenomeno a New York fu, nel 2002, il dottor Neil de Grasse Tyson, un astrofisico dell’American Museum of Natural History. Il fenomeno simile più noto è quello di Stonehenge, quando durante l’estate, all’alba, il Sole si allinea con i megaliti preistorici.

Non tutti sanno, tuttavia, che altri analoghi fenomeni, altrettanto suggestivi, possono essere ammirati anche in altre città. Per esempio a Baltimora, all’alba del 25 marzo e del 18 settembre e al tramonto del 12 marzo e del 29 settembre. Come Manhattanhenge, non sono da meno Chicagohenge (25 settembre e 20 marzo a Chicago), Torontohenge (il 25 ottobre e il 26 febbraio a Toronto) e Montrealhenge (il 12 luglio a Montreal).
Due volte l’anno, poi, durante il MIThenge, il Sole illumina con i suoi raggi tutto l’Infinite Corridor del Massachusetts Institute of Technology.

Manhattanhenge, a New York il tramonto più suggestivo del mondo