Vacanze in barca? Nasce il boat-sharing: cos’è e come funziona

A Lugano si studia un progetto per la condivisione delle imbarcazioni da diporto

Bike-sharing e car-sharing significa usare biciclette e macchine in condivisione, ormai è una prassi consolidata. I mezzi di locomozione si usano soltanto quando se ne ha realmente bisogno e si svita di essere proprietari di beni molto costosi, magari poco usati.

Ed ecco che questa pratica si può spostare anche sulle imbarcazioni. A Lugano si sta pensando di investire sul boat-sharing, si tratta di applicare al settore nautico il modello della condivisione per ottimizzarne il consumo. L’obiettivo è quello di collegare i diportisti con i proprietari delle barche.

A Lugano, nella città più grande della regione di villeggiatura del Canton Ticino, si vuole introdurre il boat-sharing mettendo a disposizione degli utenti 10-15 barche ormeggiate in 4-5 postazioni da Cassarate fino al confine con Paradiso.

Il capo dell’ufficio Eventi e turismo, porti e pontili, Fabio Schnellmann, ha dichiarato: “Abbiamo sempre più richieste di utenti e cittadini” perché non bastano i 700 posti barca attualmente gestiti dalla città. “Stiamo prendendo spunto dalle diverse città che hanno già attuato questo sistema”, prosegue Schnellmann. “Cerchiamo di tirare insieme le diverse idee e creare un sistema che possa funzionare bene e che non costi troppo”.

Si sta valutando la fattibilità del progetto, coinvolgendo anche coloro che noleggiano imbarcazioni sulla riva di Lugano in modo da non creare una situazione di concorrenza. Prosegue Schnellmann: “Cerchiamo di tirare insieme le diverse idee e creare un sistema che possa funzionare bene e che non abbia costi troppo elevati per l’utenza”.

Lugano copia l’idea a Locarno dove lo Yacht Club ha inaugurato la primavera scorsa il progetto Sailbox, con due barche al servizio del boat-sharing. Possono ospitare fino a sette persone e vengono noleggiate al costo di 180 euro al giorno. Le barche sono gestite in modo efficiente, in pochi minuti la barca è pronta per uscire e lo stesso accade per il rimessaggio.

Vacanze in barca? Nasce il boat-sharing: cos’è e come funz...