Visto turistico Usa: dove richiederlo, costi e durata

Quando serve il visto turistico per gli Stati Uniti e come ottenerlo. Ecco i passaggi da seguire per procurarsi il permesso di ingresso

Per chi desidera trascorrere una vacanza negli Stati Uniti non è necessario richiedere alcun visto. Il visto turistico per gli USA è necessario solamente per i cittadini stranieri e per gli italiani che abbiano intenzione di fermarsi negli Stati Uniti per più di 90 giorni.

In caso la permanenza sia pari o inferiore a tale durata, questi ultimi non hanno bisogno di un vero e proprio visto ma del Visa Waiver Program facendo la richiesta dell’Esta, Electronic System for Travel Authorization. Si tratta di un modulo da compilare online almeno 72 ore prima della partenza e che deve essere approvato per poter avere il permesso di entrare nel Paese. È, in pratica, l’autorizzazione a salire a bordo di un aereo o di una nave diretti negli Stati Uniti, costa 14 dollari ed è valida per 2 anni.

In caso il soggiorno sia superiore ai 90 giorni, diventa indispensabile richiedere il visto B2. Per ottenere il visto bisogna calcolare due mesi di tempo e la richiesta viene fatta all’Ambasciata degli Stati Uniti o al Consolato degli Stati Uniti.

Esistono diversi tipi di visti. Ecco i più comuni:

– Visto d’affari (B1): necessario se avete intenzione di partecipare a un meeting di affari o a delle conferenze sul suolo americano per un periodo massimo di sei mesi;

– Visto turistico (B2): dovete richiedere questa tipologia di visto se avete in programma di restare a visitare gli Stati Uniti in un lasso di tempo superiore ai 90 giorni per un massimo di sei mesi;

– Visto di transito (C): avrete bisogno di questo tipo di visto se, viaggiando tra due Paesi, dovrete transitare all’interno degli Stati Uniti;

– Visti per studente (F, M): se siete uno studente e avete intenzione di frequentare un corso di studi dovrete chiedere un apposito visto e completare un’ulteriore procedura burocratica ovvero essere accettati dall’università o dalla scuola nella quale volete seguire il corso e essere quindi iscritti allo Students and Excange Visitor Information Sistem (SEVIS). Ulteriori informazioni riguardo questo passaggio vi saranno fornite direttamente dalla scuola/università americana;

– Programmi di scambio culturale (J): per avere maggiori informazioni riguardo ai soggetti idonei alla partecipazione di questo tipo di programmi suggeriamo di visitare il sito del Dipartimento di Stato Americano;

– Visto per i membri di equipaggio (D): necessario per coloro che lavorano a bordo delle navi o delle compagnie aeree internazionali;

– Visto per rappresentanti dell’informazione mediatica (I): prima di poter ottenere questo visto dovrete dimostrare di essere dei rappresentati di media esteri (radio, televisione, testate giornalistiche) che si recano negli USA esclusivamente per svolgere la loro professione;

– Visto per commercio e investimento (E1, E2): rivolto esclusivamente ai cittadini di quei Paesi con i quali gli Stati Uniti intrattengono delle relazioni commerciali. Il visto E1 è per coloro che intendano svolgere affari legati al commercio internazionale in proprio, mentre l’E2 per coloro che intendono investire in un’azienda americana;

– Visto per lavoratore religioso (R): per coloro i quali intendano recarsi negli Stati Uniti per svolgere mansioni religiose in via temporanea e siano membri di una organizzazione riconosciuta;

– Visti per lavori temporanei o tirocinanti (H, L, O, P, Q): prima che il richiedente possa ottenere il visto per queste categorie è richiesto che il datore di lavoro compili un modulo chiamato I-129 che dovrà essere passato al vaglio dell’Ufficio di Cittadinanza e Servizi di Immigrazione USA (USCIS) e solo una volta approvato il richiedente potrà ottenere il visto.

La maggior parte dei richiedenti un visto tra i 14 e i 79 anni di età (inclusi) devono presentarsi personalmente per un’intervista presso un Consolato Americano prima di poterlo ottenere.

I documenti necessari sono i seguenti:

– Un passaporto in corso di Validità che non scada prima di 6 mesi
– 2 foto formato passaporto
– Moduli compilati in ogni loro parte
– Dimostrazione di avere sufficiente danaro per la propria permanenza
– Dimostrazione dell’assicurazione medica
– Dimostrazione dello scopo della visita tramite prenotazione dell’Hotel o biglietto ritorno
– Visto di studio: lettera di garanzia dell’Istituto scolastico
– Visto di lavoro: Lettera del potenziale datore di lavoro.

I costi variano da un minimo di 160 dollari a un massimo di 265 dollari. Il visto vale fino alla data di scadenza riportata.

Gli americani sono molto rigidi in materia di ingressi turistici, tanto che l’Ufficiale di dogana, dopo aver posto alcune domande, può decidere di ridurre il periodo di permanenza concesso. Se si dovesse notare un’inosservanza delle regole, invece, durante un secondo viaggio negli Usa si può essere fermati e rimandati indietro col primo volo disponibile.

Visto turistico Usa: dove richiederlo, costi e durata