Turismo nelle città d’arte: Matera fa registrare +152,4%

Lo rivelano i dati elaborati dal Centro Studi Turistici di Firenze

Il 2019, quando Matera sarà la Capitale Europea della Cultura, è distante ancora due anni, eppure la città dei sassi ha già premuto il tasto dell’acceleratore per quanto riguarda il turismo.

Negli ultimi 7 anni, infatti, è stata registrata una crescita delle presenze del 152,4%.

Lo dicono i dati sul turismo nelle città d’arte in Italia, elaborati del Centro Studi Turistici di Firenze, diffusi dall’ANSA, presentati in occasione della 21a Borsa del Turismo 100 Città d’Arte, che si è tenuto a Bologna dal 19 al 21 maggio scorsi.

Matera, però, non è l’unica città ad avere avuto un trend positivo nell’ultimo settennio.

Numeri in positivo anche per Padova (+44,9%), Verona (+44,7%), Roma (+30,6%), Bologna (+26,5%, Firenze (+25,2%) e Venezia (+22,3%).

In generale, negli ultimi 20 anni, il turismo nelle città d’arte italiane è cresciuto a un ritmo del 3,4% ogni anno.

Questo, tradotto in ‘soldoni’, significa un fatturato annuo stimato in oltre 11 miliardi di euro, di cui il 70% generato da domanda straniera.

Inoltre, per quanto riguarda lo scorso anno, gli arrivi nelle città d’arte sono stati 41,5 milioni, pari al 36,2% del totale degli arrivi in Italia, mentre le presenze sono state 110,8 milioni, pari al 27,6% del totale.

Da sottolineare, poi, che è stato appurato che gli stranieri preferiscono spendere soprattutto nelle città d’arte, in media il 22% in più.

Complessivamente, infine, i turisti arrivati in Italia nel 2016 hanno speso nelle città d’arte il 36,7% del proprio budget, 13 milioni di euro.

Turismo nelle città d’arte: Matera fa registrare +152,4%