Timelooper: l’applicazione per un viaggio nel tempo mozzafiato

I viaggi nel tempo non saranno più un mistero con l'applicazione Timelooper che vi porterà indietro nel passato

Si chiama Timelooper ed è l’applicazione lanciata nel 2015 per viaggiare indietro nel tempo, utilizzando un semplice dispositivo di cartone, come Google Cardboard, e il proprio smartphone. L’app consente di visualizzare dei video rappresentanti momenti di vita quotidiana. Per la loro realizzazione è stata sfruttata la tecnologia tridimensionale, con attori vestiti con gli abiti d’epoca. Alcuni video risalgono addirittura al 1255, altri ripropongono l’incendio della cattedrale di Saint Paul a Londra nel 1666, quando vennero bruciate circa 13.000 case. In alternativa è possibile rivivere i tragici momenti di assedio durante la seconda guerra mondiale.

Ad oggi l’applicazione è disponibile solo per la città di Londra, ma i fondatori Andrew Feinberg e Yigit Yigiter stanno già vagliando alcune partnership con la CNN per ricreare gli ambienti di New York degli anni ’80. Entro la primavera di quest’anno, Timelooper dovrebbe essere già disponibile. Così, mentre camminerete tra i monumenti e le vie caratteristiche della capitale britannica, potrete fermarvi e osservare com’erano i vari angoli della città. Un’occasione per vivere in maniera virtuale un viaggio nel tempo, camminando tra le vie storiche e vivendo un turismo nuovo e differente. Il dispositivo in cartone potrà essere acquistato presso musei e punti ricettivi, mentre l’applicazione è scaricabile da Play Store.

A Londra molti operatori turistici utilizzano Timelooper per offrire tour originali e coinvolgenti alla scoperta della città. Una volta acquisito il video, questo resterà disponibile in una sorta di biblioteca virtuale, visionabile anche da amici e parenti. Sarà interessante visitare la Torre di Londra com’è oggi e poi riviverla grazie a Timelooper, riscoprendo gli scenari dell’epoca. I turisti vivranno così un’esperienza reale, un’immersione nel passato, coadiuvata dai racconti delle guide turistiche, che potranno così personalizzare i loro pacchetti per i clienti.

Per realizzare questi video alle infrastrutture attuali sono state sovrapposte quelle di secoli fa, ricreando nel concreto ambienti di vita che fossero il più possibile realistici. I video si attivano in base alla localizzazione, ciò significa che vengono sbloccati solo nel momento in cui il turista si trova fisicamente sul luogo indicato per l’esperienza virtuale. Un modo per rivoluzionare la filosofia del turismo che, secondo gli stessi fondatori, non si è adattata alle recenti innovazioni tecnologiche dall’introduzione delle semplici guide audio.

Immagini: Depositphotos

Timelooper: l’applicazione per un viaggio nel tempo mozzafi...