Sull’aereo arriva il medico di bordo

La compagnia aerea giapponese ANA doterà i propri voli internazionali di un dottore che potrà intervenire in caso di malore a 11.000 metri di altitudine

Con il nuovo servizio “Medico a Bordo” attivo dal prossimo settembre 2016, la compagnia aerea giapponese ANA – All Nippon Airways punta a migliorare il servizio di assistenza medica in volo, principalmente sulle rotte internazionali.

I medici membri del programma ANA Mileage Club potranno registrare volontariamente la propria presenza a bordo. In questo modo, il personale non avrà bisogno, qualora si verifichi durante il volo qualche emergenza, sia esso un malore o una ferita accidentale, di fare un annuncio per cercare un medico disponibile, MA dovrà semplicemente rivolgersi ai volontari registrati consentendo un più rapido intervento.

I medici che volessero prestare servizio volontario potranno registrarsi già dal mese di luglio. Gli assistenti di volo avranno a loro disposizione un tablet multilingua per facilitare l’intervento medico in modo veloce ed efficace. Il software installato conterrà tutti i termini medici in 17 lingue, che potranno essere visualizzati sul display ma anche ascoltati dagli speaker.

ANA fornirà anche dettagli sulle forniture mediche disponibili su ogni volo e i medici volontari e passeggeri potranno accedere a questi dati prima della partenza per un viaggio. Nel caso non ci fosse alcun medico durante un volo, gli assistenti sono counque addestrati a prestare i primi soccorsi.

La ANA è una delle migliori compagnie del mondo, più sicure e anche una delle più lussuose del mondo a cui Skytrax ha conferito le 5 stelle.

Sull’aereo arriva il medico di bordo