SpaceX, nel 2018 due turisti orbiteranno intorno alla Luna

Elon Musk ha annunciato il primo viaggio verso la Luna di due turisti, che raggiungeranno il satellite della Terra con il programma SpaceX

Nel 2018 due turisti orbiteranno intorno alla Luna. L’annuncio arriva dalla società SpaceX di Elon Musk, produttrice delle auto elettriche Tesla, ma soprattutto portavoce del sogno di conquistare lo spazio. Il miliardario ha annunciato che presto due turisti spaziali raggiungeranno la Luna. Il viaggio avverrà nel 2018 e i due viaggiatori, di cui non sono stati rivelati i nomi, non atterreranno sul satellite della Terra, ma vi orbiteranno unicamente intorno.

L’annuncio del prossimo viaggio è stato fatto dallo stesso Elon Musk,  che da tempo sogna di conquistare lo spazio , ma soprattutto Marte dove, secondo le ultime dichiarazioni, atterrerà una capsula alla fine del 2018. Fra successi e fallimenti, la SpaceX sta portando avanti i suoi grandiosi progetti. Una settimana fa dalla rampa della Nasa è avvenuto il lancio di un razzo che si aggancerà alla stazione spaziale Iss, dopo l’esplosione del razzo Falcon. Il successo ha riacceso l’entusiasmo di Musk, pioniere dello spazio.

Nel frattempo il viaggio verso la Luna è già iniziato e i due turisti spaziali sono pronti a conquistare il satellite della Terra tanto che “hanno già pagato una significativa caparra”. Non è dato sapere quale sia il costo finale del biglietto per la Luna, mentre nel corso del 2017 avverranno i test medici e l’addestramento per i viaggiatori spaziali. La navicella utilizzata per orbitare intorno al satellite della Terra, sarà sulla capsula Crew Dragon, che alla fine di questo anno effettuerà il primo viaggio senza un equipaggio.

La Crew Dragon è stata costruita seguendo il modello della navicella usata per portare rifornimenti alla Stazione Spaziale Internazionale (Iss) a 400 km di quota. La capsula verrà lanciata dal razzo Falcon Heavy e possiederà una potenza simile a quella di Saturno V che fece arrivare l’Apollo 11 con a bordo Neil Amstrong e Buzz Aldrin sulla Luna nel 1969.

SpaceX ha recentemente firmato un contratto con la Nasa, e Musk ha assicurato come fra le due agenzie non ci sia alcuna competizione ”Siamo a favore di qualsiasi cosa favorisca l’esplorazione dello spazio – ha detto il tycoon -. Quello che è importante e avanzare l’esplorazione e superare quanto raggiunto dal programma Apollo nel 1969, e avere un futuro nello spazio che possa ispirare”.

SpaceX, nel 2018 due turisti orbiteranno intorno alla Luna