Saper valutare l’istogramma

Gentile Saul,
mi capita spesso di vedere fotografi, non appena scattata una foto, impegnati a leggere non solo la fotografia sul display, ma l’istogramma visibile sul retro della maggior parte delle macchine fotografiche. E’ consigliato farlo o posso fare affidamento al display? Sandro

Buongiorno Sandro,
sì, imparare a visualizzare e leggere il grafico, appunto l’istogramma, potrebbe facilitare e modificare drasticamente il vostro approccio alla fotografia digitale. Esso consente di comprendere se una foto contiene delle informazioni tonali non equilibrate, rispetto a quello che vediamo sul display delle macchine fotografiche. L’istogramma si legge Innanzitutto orizzontalmente (non solo) ed è un metodo corretto per visualizzare l’esposizione globale dell’immagine digitale. Affidare allo schermo LCD della fotocamera in linea di massima è un errore, perché non corretto a causa della retroilluminazione dello schermo o per la luce dell’ambiente esterno che potrebbe causare errori nella valutazione dell’esposizione di una foto.

Ci aiutiamo allora con l’istogramma che può essere consultato in fase di scatto dallo schermo lcd della fotocamera o dal programma di post produzione da noi usato. L’istogramma è molto utile e ci permette di valutare ed anche agire con opportuni software per recuperare del contrasto perso durante la registrazione dell’immagine e di bilanciare il livello delle ombre e delle luci. E’ possibile inoltre regolare i livelli dell’istogramma anche per i singoli colori, Rosso, Blu e Verde. L’istogramma mostra i dati memorizzati dal sensore.

Saper valutare l’istogramma