Pubblicare la carta d’imbarco su Internet è pericoloso

Postare la foto del proprio biglietto aereo sui social espone al furto d'identità. Ecco come evitarlo

Ormai siamo abituati a condividere sui social network qualunque cosa accada nella nostra vita. Attenzione, però, perché alcune informazioni possono servire ai malitenzionati per rubare i nostri dati sensibili. Come la foto di una carta d’imbarco.

Infatti, postarla su Facebook, in particolare, significa correre un grosso rischio. Il codice a barre che identifica il biglietto aereo contiene molte informazioni facili da ricostruire.

A lanciare l’allarme è l’Huffington Post che riporta il blog di Brian Krebs, in cui scrive come usare la tecnologia in tutta sicurezza.

Prima di tutto bisogna evitare di pubblicare la foto della carta d’imbarco sul web. Addirittura Krebs consiglia di non gettare mai il biglietto nel cestino della spazzatura senza prima averlo ridotto a pezzi.

Con un programma facile da reperire online, è possibile risalire a nome, cognome, aeroporto di arrivo e di partenza e persino alle informazioni relative ai viaggi futuri. Ma il pericolo non è solo questo.

Sul proprio blog Krebs racconta come, tramite la carta di imbarco fornitagli da un suo lettore per effettuare l’esperimento, sia riuscito ad accedere alla pagina della prenotazione dei voli, entrare in possesso del numero di carta di credito con cui era stato effettuato il pagamento e persino risalire al numero di telefono.

Pensateci bene la prossima volta che postate la foto della carta d’imbarco, qualunque meta da sogno stiate per raggiungere!

Pubblicare la carta d’imbarco su Internet è pericoloso