Novgorod, i disegni medievali di un bimbo di 7 anni

Ritrovati in Russia gli scarabocchi di un bimbo di 7 anni vissuto tra il 12esimo e 13esimo secolo

Onfim è il nome di un bambino di 6-7 anni di Novgorod, città della Russia non lontana da San Pietroburgo, nato e cresciuto nel Medioevo, tra il 12esimo e 13esimo secolo. Oggi abbiamo testimonianza della sua esistenza perché sono stati ritrovati i suoi disegni, che come qualsiasi bimbo della sua età lo rappresentano con un tratto indeciso e con la stilizzazione che caratterizza la sua età.

La scoperta delle sue incerte raffigurazioni risale agli anni Cinquanta, quando alcuni archeologi ritrovarono una pila di disegni realizzati su corteccia di betulla, supporto comune per quei tempi, usato principalmente per prendere appunti (la carta aveva appena cominciato a circolare nel area mediterranea).

Come i bambini di tutte le epoche anche Onfim accompagna i compiti di scuola con piccoli scarabocchi. In questo caso sono una produzione cospicua: si vede lui raffigurato come un eroe a cavallo che conquista il nemico oppure prende le fattezze di una creatura misteriosa o anche in compagnia dei suoi genitori. I bambini amano disegnare, oggi come ieri, e le rappresentazioni dei più piccoli corrispondono con grande similarità a distanza di migliaia di anni.

La città di Novgorod, sorge lungo il fiume Volchov, in una zona caratterizzata da un paesaggio piatto piatto, occupato da ampie zone paludose. Nel periodo medievale era la più importante repubblica del nord della Russia, la città è stata seconda per importanza solamente a Kiev, ed era l’unico centro produttivo di pellicce, cera, miele e schiavi. Per arrivare a Novgorod ci si può servire dell’aeroporto internazionale Pulkovo di San Pietroburgo. La distanza fra Velikij Novgorod e l’aeroporto Pulkovo è di circa 175 km.

Novgorod, i disegni medievali di un bimbo di 7 anni