A bordo del Pietrarsa Express, il treno storico degli Anni ’30

Gita di un giorno a bordo del vecchio treno Centoporte

Se siete amanti degli itinerari lungo le rotaie del treno, potrete vivere per un giorno l’emozione di un viaggio a bordo di un treno degli Anni ’30 con carrozze Centoporte e carrozze Corbellini (nate inizialmente come carrozze di terza classe) trainate da una locomotiva elettrica d’epoca E626.

Sta per partire il Pietrarsa Express, un treno che da Napoli ha come destinazione il Museo nazionale ferroviario di Pietrarsa.

Il treno parte domenica 5 febbraio dalla stazione Centrale di Napoli alle 10.25 e alle 14.20, ferma a Pietrarsa – San Giorgio a Cremano e termina a Portici- Ercolano. I treni in partenza saranno due al mese.

Il museo di Pietrarsa si trova proprio all’uscita della stazione e ospita una collezione di rotabili storici e di cimeli ferroviari.

L’edificio che ospita il museo vale una gita. Il museo è stato realizzato laddove sorgeva il reale opificio borbonico di Pietrarsa, una struttura voluta da Ferdinando II di Borbone nel 1840 come industria siderurgica e dal 1845 come fabbrica di locomotive a vapore. Era il primo e più importante nucleo industriale italiano oltre mezzo secolo prima che nascessero la Fiat e la Breda.

Costituito da 7 padiglioni, per un’estensione complessiva di circa 36.000 metri quadrati, ospita locomotive a vapore, locomotive elettriche trifase, locomotive a corrente continua, locomotori diesel, elettromotrici, automotrici e carrozze passeggeri.

Tra i gioielli ospitati nel museo c’è anche la carrozza-salone del treno dei Savoia, attualmente Treno della Presidenza della Repubblica Italiana.

Il biglietto del Pietrarsa Express è acquistabile il giorno stesso dell’evento rivolgendosi al personale FS a bordo del treno. Il biglietto di andata e ritorno include l’ingresso al sito museale e costa 12 euro per gli adulti e 6 euro per i ragazzi. Gratis per i bambini con meno di 4 anni.

A bordo del Pietrarsa Express, il treno storico degli Anni ’...