Mont Saint-Michel torna ad essere un’isola per qualche ora all’anno

Mont Saint-Michel rinasce grazie agli interventi mirati alla salvaguardia del sito turistico. E durante le grandi maree torna isola per qualche ora

mont-saint-michel-torna-isolaDopo 10 anni di lavori, Mont Saint-Michel torna ad essere un’isola per qualche ora, durante le grandi maree. Luogo tra i più magici e suggestivi al mondo, situato presso la costa settentrionale della Francia, la pittoresca rocca medievale, collegata alla terraferma da una sottile striscia di terra, rischiava di ritrovarsi circondata da paludi di acqua salata entro il 2040. A dirlo, un gruppo di esperti che ha lanciato l’allarme affinché fossero intraprese azioni per salvaguardare il sito, dichiarato Patrimonio Unesco nel 1979.

Nel corso dei secoli si era accentuata la sedimentazione intorno all’isolotto, che rischiava di trovarsi circondato solo da grandi distese di sale e sabbia, con un parcheggio ai piedi del bastione che snaturava il paesaggio. Ragion per cui, Europa, Francia, Normandia e Bretagna hanno deciso di unire le forze ed agire per salvaguardare il sito turistico più frequentato della Normandia, nonché uno dei primi della Francia, con oltre 3 milioni di visitatori all’anno.

Il principale obiettivo dei lavori, durati 10 anni, era il ripristino del carattere marittimo di Mont Saint-Michel. Per rendere l’isola tidale accessibile a tutti sono stati progettati un nuovo punto accoglienza, un nuovo accesso e nuovi mezzi di trasporto. Si potrà raggiungere il Mont attraverso percorsi pedonali ad hoc. Le navette gratuite, in partenza dal parking e dal centro di informazioni turistiche, faranno scendere i passeggeri a 400 metri da Mont Saint-Michel e da qui proseguiranno a piedi sul nuovo ponte-passerella, da dove potranno godersi la spettacolare vista su tutta la baia. A disposizione dei turisti c’è anche un nuovo parcheggio, collocato a 2,5 km, sulla terraferma, con oltre 4 mila posti auto.

Attraversare la baia da soli, però è molto rischioso, data la pericolosità delle maree, per cui è obbligatorio farsi accompagnare da una guida.

Grazie al nuovo ponte, che ha sostituito la vecchia strada rialzata, i bastioni sono immersi nell’acqua, la roccia viene privata dei suoi punti d’accesso e si può assistere ad uno spettacolo unico al mondo. Non appena il coefficiente della marea oltrepassa 110, Mont Saint-Michel torna ad essere un’isola per qualche ora per circa venti giorni all’anno. Era da più di un secolo che non avveniva questo fenomeno: una magia imperdibile!

Mont Saint-Michel torna ad essere un’isola per qualche ora ...