Milano è la migliore città d’Italia: ecco in cosa eccelle

La classifica Cities of opportunity 2016 stilata da Pricewaterhouse che elegge il capoluogo lombardo migliore città d'Italia

Milano si distingue per sostenibilità, qualità dell’ambiente naturale, salute, sicurezza, trasporti e infrastrutture. È quanto emerge dal rapporto Cities of opportunity 2016 stilata da Pricewaterhouse Coopers International che ha analizzato la situazione delle città italiane e di 30 metropoli di tutto il mondo. Lo scettro d’Italia se lo è aggiudicato il capoluogo lombardo, che però è solo 18esimo a livello globale.

La classifica prende in esame dieci parametri: capitale intellettuale e innovazione, sviluppo delle tecnologie, città “gateway”, trasporti e infrastrutture, salute e sicurezza, sostenibilità e ambiente naturale, demografia e vivibilità, peso economico, facilità nello sviluppo del business, costo della vita. Fattori che hanno fatto di Milano la migliore città in Italia.

Milano è riuscita a entrare nella top 10 mondiale per sostenibilità e qualità dell’ambiente naturale con i quali si posiziona 9^ in classifica.

Milano è la 14^ città più sicura al mondo e prima in Italia. Inoltre, risulta tra le prime dieci per la salute, in particolar modo per ciò che concerne le prestazioni del sistema sanitario.

È al 16° posto per i trasporti e le infrastrutture, grazie alla copertura del servizio e alla convenienza.

Secondo PWC a questo risultato ha contribuito il successo di Expo 2015 che ha rafforzato l’immagine internazionale della città, accelerando il rinnovamento infrastrutturale e aumentando così la sua capacità attrattiva.

Le prime posizioni della classifica mondiale, per la cronaca, sono occupate da Londra, Singapore e Toronto.

Milano è la migliore città d’Italia: ecco in cosa eccelle